Le Mans – E’ salito in sella alla sua Honda e si è piazzato già con il primo tempo utile davanti a tutti gli altri. Solo Pedrosa, per un attimo, lo ha spodestato. Per il resto, ha solo migliorato giro dopo giro, segnando il tempo valido per la pole alla penultima tornata: 1’33”153. Di riflesso, al dominio dell’australiano corrisponde il dominio dell’Honda che piazza nelle prime 4 posizioni 4 moto. Secondo dietro l’australiano Simoncelli sulla Honda San Carlo Gresini (a 59 millesimi) che ha battagliato negli ultimissimi giri con Dovizioso, costretto ad arrendersi al terzo posto con il tempo di 1’33”212. Al quarto posto Pedrosa con 1’33”683.
Dopo il venerdì e la mattinata del sabato Stoner e Simoncelli hanno quindi rispettato lo stesso ordine pure nella qualifiche, con l’italiano che è arrivato vicinissimo a Casey, lasciando presagire una gara senza esclusione di colpi. Stoner, alla terza pole stagionale su 4 gare, fa paura anche per i tempi ottenuti con la gomma dura; Simoncelli ha dimostrato però di seguire il passo.
In affanno il campione del mondo Lorenzo, quinto, ma in affanno è sembrata più che altro la Yamaha, solitamente a proprio agio sul circuito francese. L’altra Yamaha di Spies si piazza all’ottavo posto, con tempo identico a quello della Ducati di Rossi: 1’34”206. Se per Yamaha e Lorenzo possiamo parlare di affanno, cosa dire del Dottor Rossi? Le gare passano e il tempo pure, il divario con la Honda non diminuisce. I problemi fisici di Vale non aiutano e partire ogni volta a metà gruppo non agevola di certo. Staremo a vedere.
LE INTERVISTE NEGLI ARGOMENTI CORRELATI

Classe 125: Prima fila tutta spagnola con Nico Terol in pole, la terza stagionale. Il pilota Aprilia ha realizzato il tempo di 1’43”578, precedendo il compagno del team Aspar Martinez, Hector Faubel, secondo a 389 millesimi, e Vinales, staccato di 737 millesimi.
Moto 2: Quarta pole stagionale, su quattro gare, per Stefan Bradl della Kalex con il tempo di 1’38″357. Dietro di lui lo svizzero Thomas Luthi con la Suter, a soli 45 millesimi, e il giapponese Yuki Takahashi (Moriwaki, team Gresini) staccato di 183 millesimi. (ore 16.00)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte.