Barcellona – MotoGP gara n. 5. La classe regina da domenica prossima infila una serie di cinque gare tra giugno e luglio in rapida successione che possono essere definite cruciali per il destino del titolo iridato 2011. Dopo Il Gran Premio di Catalunya in programma domenica, infatti, si correrà il 12 giugno in Gran Bretagna, il 25 giugno in Olanda, il 3 luglio in Italia (Mugello), il 17 luglio in Germania e il 24 luglio negli Usa (Laguna Seca). 
Come nella F.1 anche nella MotoGP c’è una Rossa che è alla ricerca della… forza perduta. Rossi per la prima volta con la Ducati è riuscito a salire sul podio a Le Mans e sul circuito catalano può vantare ben 9 successi, sei dei quali con la classe regina. Ma il palmares vale poco se la moto non lo aiuta anche se Vale continua a metterci del suo (come Alonso con la Ferrari).
L’attuale leader della classifica generale e campione del mondo in carica, Jorge Lorenzo, si presenta al quinto appuntamento con 12 punti di vantaggio sul secondo in classifica. Un’inezia. Nel 2009 è stato protagonista di un’emozionante duello con Valentino Rossi per la conquista del gradino più alto del podio e lo scorso anno ha vinto partendo dalla pole. Il secondo della classifica piloti provvisoria è Casey Stoner, salito sul podio nelle ultime 4 stagioni in questo tracciato, il quale si presenta forte della vittoria di Le Mans, la numero 25 della sua carriera in classe regina, e soprattutto con una moto che continua ad essere la migliore del lotto delle favorite.
Il punto interrogativo del week-end catalano è costituito da Dani Pedrosa. Lo spagnolo si è rotto la clavicola destra cadendo nel GP di Francia, tre giorni dopo si è sottoposto ad un intervento chirurgico e appena mercoledì scorso ha cominciato il programma di riabilitazione e fisioterapia. La sua presenza è in forte dubbio. Lo spagnolo, che ha vinto in tutte e tre le categorie in Catalogna, da un lato non può perdere punti preziosi e dall’altro è consapevole dei rischi che potrebbero derivare da un rientro prematuro.
Il terzo pilota Honda ufficiale, Andrea Dovizioso, ha conquistato il primo podio del 2011 con il secondo posto di Le Mans ed è a soli tre punti di vantaggio da Valentino Rossi mentre l’altro ducatista ufficiale Nicky Hayden  è già molto distaccato.
Marco Simoncelli deve meditare su una contraddizione: ha un moto che gli può consentire risultati da podio, fino ad un certo punto della gara finalizza la sua azione al podio poi la sua intemperanza lo penalizza. Ultimo esempio quello  in terra francese, per altro col seguito di polemiche feroci per essere stato la causa della caduta di Pedrosa. Il resto è puro contorno.
Il Gran Premio Aperol de Catalunya è il ventesimo consecutivo che si corre sul Circuit de Catalunya da quando è stato incluso per la prima volta, 1992, nel campionato del mondo. (ore 09.00)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.