Scarperia – Nel bene e nel male. Sempre lui, Marco Simoncelli. Sul circuito del Mugello, immerso nella verde campagna toscana, il primo turno di libere del Gran Premio d’Italia Tim, ottavo appuntamento del campionato del mondo MotoGP, ha registrato ancora il dominio Honda ma soprattutto quello del Sic il quale ha fatto registrare il giro più veloce della mattinata. Marco proprio sullo scadere dei 45 minuti a disposizione ha fatto 1’48″987. Honda Gresini, quindi, davanti due Honda ufficiali “damigelle d’nore”. Casey Stoner, protagonista di un fuoripista a 35 minuti dal termine, è arrivato a 40 millesimi da Simoncelli; Andrea Dovizioso ha sommato un distacco di 101 millesimi.
Le Yamaha ufficiali si sono impegnate per dimostrare miglioramenti ma non s’è visto granché: quarta e quinta posizione rispettivamente per Jorge Lorenzo a 264 millesimi da Simoncelli e per  il vincitore Assen, Ben Spies, a 377 millesimi.
Le buone intenzioni di Valentino Rossi stamane sono rimaste solo tali. Il Dottore ha abbandoto la pista a circa 16 minuti dalla conclusione del turno per problemi alla Desmosedici, ha chiuso al tredicesimo posto a 1″793 dalla Honda di testa. Meglio ha fatto Nick Hayden ma solo come posizione, ottavo, perché anche il distacco della sua Ducati è di 1″216.
Il rientrante in Honda Repsol Dani Pedrosa ha firmato il settimo tempo a 1″117 da Sic. Deve ancora smaltire il periodo di inattività conseguente all’incidente per il quale è stato operato.
L’americano Colin Edwards, sesto con la Yamaha Tech 3, è stato l’ultimo a rimanere sotto l’1’50, con 1’49″810 (+823 millesimi di distacco). Hanno completato la top ten Hiroshi Aoyama, nono  con la Honda Gresini e +1″642 di distacco, e Álvaro Bautista, decimo con la Suzuki con +1″671 di distacco. (ore 11:10)
I tempi delle libere 1.
1.  Marco Simoncelli, Honda Gresini, 01’48″987 (21 giri)
2.  Casey Stoner, Honda Repsol Team, 01’49″027 (16)
3.  Andrea Dovizioso, Honda Repsol Team, 01’49″088 (21)
4.  Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing Team, 01’49″251 (20)
5.  Ben Spies, Yamaha Factory Racing Team, 01’49″364 (20)
6.  Colin Edwards, Yamaha Tech 3, 01’49″810 (19)
7.  Dani Pedrosa, Honda Repsol Team, 01’50″104 (19)
8.  Nicky Hayden, Ducati Marlboro Team, 01’50″203 (19)
9.  Hiroshi Aoyama, Honda Gresini, 01’50″629 (21)
10.  Álvaro Bautista, Suzuki Rizla MotoGP, 01’50″658 (16)
11.  Cal Crutchlow, Yamaha Tech 3, 01’50″683 (19)
12.  Randy de Puniet, Ducati Pramac Racing, 01’50″729 (19)
13.  Valentino Rossi, Ducati Marlboro Team, 01’50″780 (13)
14.  Hector Barbera, Ducati Aspar Team, 01’51″153 (18)
15.  Toni Elias, Honda LCR, 01’51″868 (19)
16.  Karel Abraham, Ducati Cardion AB Motoracing, 01’51″876 (18)

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply