Sachsenring – Condizioni climatiche perfette. Jorge Lorenzo non ci sta. E lo dimostra nel finale quando con un giro inaspettato toglie dalla prima posizione Dani Pedrosa che a sua volta aveva insidiato Marco Simoncelli,  penalizzato una caduta all’altezza della curva numero 11, senza conseguenze negative, avvenuta poco dopo la metà dei 45 minuti a disposizione. Nelle libere 3 la Yamaha, quindi, torna davanti alle Honda ufficiali e di Gresini. Dopo Sic, infatti, troviamo le ufficiali di Stoner e Dovizioso. Si annunciano qualifiche emozionanti.
Lorenzo ad un minuto dallo scadere del tempo a disposizione ha chiuso in 1’22″112. Una beffa da 41 millesimi che ha impedito al redivivo Pedrosa di chiudere la sessione davanti a tutti. Simoncelli, primo nelle precedenti due occasioni di venerdì, ha preso 47 millesimi di distacco, Stoner 274 e Dovizioso 329.
Sul fronte Ducati ufficiale Nicky Hayden continua a fare nettamente meglio di Valentino Rossi. L’americano ha confermato il sesto posto delle libere 2 a 388 millesimi da Lorenzo. Il Dottore (ormai della mutua?) ha confermato il 12mo deprimente posto col solito secondo e passa di distacco dalla moto di testa, Honda o Yamaha che sia, ed è stato preceduto dalla Suzuki di Bautista, la Yamaha di Spies, la Ducati Pramac di de Puniet, la Yamaha di Edwards e la Ducati Cardion di Abraham (caduto senza conseguenze a 5 minuti dalla fine).
Le qualifiche dalle 13:55. (ore 11:20
I tempi delle libere 3.
1.  Jorge Lorenzo, Yamaha, 01’22″112 (23 giri)
2.  Dani Pedrosa, Honda Repsol,  01’22″153 (22)
3.  Marco Simoncelli, Honda Gresini, 01’22″159 (18)
4.  Casey Stoner, Honda Repsol, 01’22″386 (21)
5.  Andrea Dovizioso, Honda Honda, 01’22″441 (23)
6.  Nicky Hayden, Ducati, 01’22″500 (24)
7.  Álvaro Bautista, Suzuki Rizla, 01’22″594 (25)
8.  Ben Spies, Yamaha, 01’22″772 (22)
9.  Randy de Puniet, Ducati Pramac, 01’22″841 (25)
10.  Colin Edwards, Yamaha Tech 3,  01’23″118 (21)
11.  Karel Abraham, Ducati Cardion AB, 01’23″268 (21)
12.  Valentino Rossi, Ducati, 01’23″279 (26)
13.  Cal Crutchlow, Yamaha Tech 3,  01’23″296 (22)
14.  Hiroshi Aoyama, Honda Gresini, 01’23″362 (24)
15.  Hector Barbera, Ducati Aspar Team, 01’23″393 (25)
16.  Toni Elias, Honda LCR, 01’24″246  
17.  Sylvain Guintoli, Ducati Pramac, 01’25″975 (24)

NO COMMENTS

Leave a Reply