GP USA. Casey Stoner torna davanti

GP USA. Casey Stoner torna davanti

Laguna Seca – In funzione qualifiche che andranno in scena quanto in Italia saranno le ore 23:00, la Honda torna davanti alla Yamaha. Raddoppiando: primo Stoner, secondo Pedrosa. L’australiano ha fermato il cronometo su 1’21″806, lo spagnolo si è fermato ad appena 17 millesimi dal compagno di squadra. La Yamaha continua ad avere Lorenzo come pilota di punta e il campione del mondo ha fatto tutto quel che poteva per conquistare il terzo posto a 49 millesimi da Stoner. Relativamente in rimonta Simoncelli che è riuscito ad occupare la quarta posizione con 416 millesimi di distacco ed ha preceduto Spies con la Yamaha ufficiale quinto a 519 millesimi e la terza Honda ufficiale di Dovizioso con 550 millesimi di distacco.
Grande impegno di tutto il team Ducati per potere dare qualche chances ai due piloti e soprattutto alleggerirli della pesante condizione psicologica. Hayden si è classificato settimo e Rossi ottavo e l’unica nota per così dire positiva è che il distacco dalla più veloce delle Honda si è ridotto: Nicky ha sommato 626 millesimi, Rossi 841. Finalmente al di sotto di un secondo di distacco.
Due piloti spagnoli completano la top ten: Álvaro Bautista (Suzuki) conclude in nona posizione con 1’22″840, mentre Hector Barbera (Ducati Mapfre Aspar Team), protagonista di un fuori pista a 5 minuti dal termine all’altezza del “cavatappi”, blocca il cronometro su 1’22″877.
L’ordine d’arrivo prosegue con l’americano Colin Edwards (Yamaha Tech 3) all’11mo posto con 1’23″062, il francese di Ducati Pramac Racing Randy De Puniet al 12mo con 1’23″080, l’esordiente inglese Cal Crutchlow (Yamaha Tech 3) al 13mo con 1’23″143 e il giapponese Hiroshi Aoyama (Honda Gresini) in 14esima posizione con 1’23″513.
Completano lo schieramento l’altro rookie della categoria Karel Abraham (Ducati Cardion AB Motoracing), Loris Capirossi (Ducati Pramac Racing), Toni Elias (LCR Honda), e il suo compagno di squadra Ben Bostrom, stella della Superbike Ama del Team Jordan Motorsport unitosi alla classe regina come wildcard per questo appuntamento californiano. (ore 20:15 in Italia)
I tempi delle libere 3.
1. Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’21″806 
2. Dani PEDROSA, Honda Repsol Team, 1’21″823
3. Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’21″855
4. Marco SIMONCELLI, Honda San Carlo Gresini, 1’22″222
5. Ben SPIES, Yamaha Factory Racing, 1’22″325
6. Andrea DOVIZIOSO, Honda Repsol Team, 1’22″356
7. Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’22″432
8. Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’22″647
9. Alvaro BAUTISTA, Suzuki Rizla MotoGP, 1’22″840
10. Hector BARBERA, Ducati Mapfre Aspar Team MotoGP, 1’22″877
11. Colin EDWARDS, Yamaha Monster Tech 3, 1’23″062
12. Randy DE PUNIET, Ducati Pramac Racing Team, 1’23″080
13. Cal CRUTCHLOW, Yamaha Monster Yamaha Tech 3, 1’23″143
14. Hiroshi AOYAMA, Honda San Carlo Gresini, 1’23″513
15. Karel ABRAHAM, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’23″544
16. Loris CAPIROSSI, Ducati Pramac Racing Team, 1’24″038
17. Toni ELIAS, Honda LCR MotoGP, 1’24″056
18. Ben BOSTROM, Honda LCR MotoGP, 1’25.934

NO COMMENTS

Leave a Reply