Indianapolis – Mattinata soleggiata, temperatura piacevole, condizioni ottimali per cominciare il lavoro di ricerca della messa a punto in vista della gara di domenica. L’aria di casa eccita Ben Spies e la sua Yamaha con livrea rossa e bianca per festeggiare i 50 anni di presenza Yamaha nel mondiale, e completa 18 giri dello storico circuito di mettendo a referto un crono imbattibile di 1’43″260. Il leader del campionato Casey Stoner con la Honda Repsol al comando fino alle battute finali si è dovuto arrendere allo yankee ed accontentarsi della seconda posizione a soli 292 millesimi.
Anche Colin Edwards con la Yamaha Tech 3 ha sentito gli stimoli dell’aria di casa e sul filo dello scadere dei 45 minuti a disposizione è riescito a firmare un buon crono a 314 millesimi dal connazionale che gli è valso il terzo migliore risultato della mattinata. Ultimo pilota a rimanere sotto l’1’44” è stato l’italiano Marco Simoncelli con la Honda Gresini, quarto con +322 millesimi.
A seguire i due piloti Ducati, Nicky Hayden e Valentino Rossi. L’americano ha approfittato dei test ufficiali di Brno per acquisire una maggiore confidenza con la GP 11.1, con la quale ha spiccato il quinto tempo  a 976 millesimi da Spies mentre Valentino ha ottenuto il settimo posto con +1″102.
Altro italiano in settima posizione: Andrea Dovizioso con la HondaRepsol ha porta a termine 19 giri, nell’ultimo dei quali ha fatto registrare  1’44″551, +1″291s. Alle sue spalle in top ten troviamo Hector Barbera (Ducati Aspar Team), ottavo con +1″766.
Deludenti Jorge Lorenzo  con la Yamaha Factory, nono con +1″805, e Dani Pedrosa con la terza Honda Repsol, decimo con +1″932. (ore 17:30 in Italia)
I tempi delle libere 1
1.  Ben Spies, Yamaha Factory, 01’43″260 (18 giri)
2.  Casey Stoner, Honda Repsol, 01’43″552 (17)
3.  Colin Edwards, Yamaha Tech 3,  01’43″574 (21)
4.  Marco Simoncelli, Honda Gresini, 01’43″582 (20)
5.  Nicky Hayden, Ducati Team, 01’44″236 (19)
6.  Valentino Rossi, Ducati Team, 01’44″362 (20)
7.  Andrea Dovizioso, Honda Repsol,01’44″551 (19)
8.  Hector Barbera, Ducati Aspar Team, 01’45″026 (17)
9.  Jorge Lorenzo, Yamaha Factory, 01’45″065 (16)
10.  Dani Pedrosa, Honda Repsol, 01’45″192 (19)
11.  Álvaro Bautista,Suzuki Rizla,01’45″249 (19)
12.  Cal Crutchlow, Yamaha Tech 3,01’45″368 (19)
13.  Randy de Puniet, Ducati Pramac,01’45″577 (22)
14.  Hiroshi Aoyama, Honda Gresini, 01’46″159 (21)
15.  Loris Capirossi, Ducati Pramac, 01’46″484 (19)
16.  Karel Abraham, Ducati Cardion, 01’46″643 (11)
17.  Toni Elias, Honda LCR, 01’47″507 (18)

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply