Misano Adriatico – Si ricomincia da Casey Stoner e Ben Spies. Pronti a duellare nel primo turno di prove libere come a Indianapolis. L’australiano davanti con 1’34″180 e l’americano dietro a 286 millesimi. La Honda continua a dimostrare il suo strapotere infilando tre moto dal terzo al quinto posto. Nell’ordine Dani Pedrosa con +349 millesimi di distacco, Andrea Dovizioso +831 e Marco Simoncelli +908.
Jorge Lorenzo e la sua Yamaha, da parte loro, ripartono dalle preoccupazioni dell’Indiana dove il campione in carica per la seconda volta di fila è stato costretto a rimanere fuori dal podio. Lorenzo si è classificato sesto accusando un ritardo di 961 millesimi e precedeno, dal settimo al decimo posto, Hector Barbera con la Ducati Aspar, Alvaro Bautista con l’unica Suzuki in gara quest’anno, Colin Edwards con la Yamaha Tech 3 e Karel Abrham con la Ducati Cardion.
La Ducati continua a presentare il suo avvilente campionario di problemi e a vivere un campionato ai margini quasi con rassegnazione, certamente con una dimostrata impotenza. Valentino Rossi, ormai un fantasma, si è classificato undicesimo con 1″565 di distacco, Nicky Hayden tredicesimo a 1″780. Dovranno dedicarsi nelle restanti sessioni a disposizione al prosieguo del lavoro sulla messa a punto della Desmosedici per cancellare il weekend poco brillante di Indy. Ma anche sugli altri circuiti questa  speranza è rimasta lettera morta. Peccato!
Durante la conferenza stampa del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini Loris Capirossi ha annunciato l’intenzione di ritirarsi a fine stagione dopo una lunga ed illustre carriera. Questo attuale è il  22mo Campionato del Mondo al quale ha partecipato. Capirossi ha debuttato sulla scena mondiale nel 1990, conquistando il primo titolo 125 all’età di 17 anni e difendolo anche nella stagione successiva. Si ripetè poi nel 1998 quando mise le mani sul mondiale 250.
È stato impossibile per il 38enne pilota  trattenere le lacrime alle quali.<<È un momento particolare della mia carriera, e la decisione che ho preso è stata partorita dopo tante, tantissime riflessioni. Sono contento, dopo 25 anni, di cui 22 di motomondiale di arrivare a dire basta col sorriso sulle labbra, anche se è dura pensare che l’anno prossimo non guiderò più una moto. Devo ringraziare tantissime persone che per tutti questi anni mi hanno seguito, incoraggiato, motivato, anche il team Pramac, che mi ha dato l’ultima opportunità di guidare una moto. Dispiace, quest’anno, di non aver portato a casa un buon risultato, ma confido nell’ultima parte del mondiale. Motegi, Philip Island e Sepang sono i miei circuiti preferiti, lì ho vinto tante gare. Il centesimo podio che rincorro è difficile da agguantare, ma ci crederò fino alla fine. Per quanto riguarda il mio futuro, poi, non ho ancora le idee chiare, l’unica cosa certa è che non sarò più un pilota. Nella vita, arrivare a prendere una decisione del genere non è facile, soprattutto dopo tanti anni. Ma so a cosa vado incontro, sono sicuro che la mia nuova vita sarà entusiasmante come quella che ho fissato fino a ora>>.
Rivolgendosi poi a Valentino Rossi, Casey Stoner, Dani Pedrosa e Ben Spies, seduti accanto a lui davanti ai giornalisti, Capirossi ha scherzato aggiungendo: <<Vorrei anche ricordare ai ragazzi che un aiutino in queste ultime gare farebbe piacere visto che sono a quota 99 podi!>>
Valentino Rossi ha interloquito: <<Ho un sacco di ricordi riguardanti Loris, come per esempio la sua prima gara 125 di Suzuka. Facevo il tifo per lui dai tempi in cui nacque la rivalità fra lui e Max) Biaggi! Per me è stato un onore poter lottare con lui in pista>>.
E’ poi seguita una standing ovation da tutta la sala stampa riunita per la press conference che ha ulteriormente commosso Capirossi. (ore 11:15)

I tempi delle libere 1.
1 Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’34″180 
2 Ben SPIES USA, Yamaha Factory Racing, 1’34″466
3 Dani PEDROSA, Honda Repsol  Team, 1’34″529 
4 Andrea DOVIZIOSO, Honda Team, 1’35″011
5 Marco SIMONCELLI, Honda Gresini San Carlo, 1’35″088
6 Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’35″142
7 Hector BARBERA, Ducati Mapfre Aspar Team, 1’35″480
8 Alvaro BAUTISTA, Suzuki Rizla, 1’35″579
9 Colin EDWARDS, Yamaha Tech 3, 1’35″589
10 Karel ABRAHAM, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’35″688
11 Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’35″745
12 Cal CRUTCHLOW, Yamaha Tech 3, 1’35″950
13 Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’35″960
14 Hiroshi AOYAMA, Honda Gresini San Carlo, 1’36″067
15 Loris CAPIROSSI, Ducati Pramac Racing Team, 1’36″513
16 Randy DE PUNIET, Ducati Pramac Racing Team, 1’36″646
17 Toni ELIAS, Honda LCR, 1’37″308

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.