Motegi – Honda? Uno tsunami! Si è abbattutto sulle libere di oggi pomeriggio travolgendo tutto e tutti. Senza difesa e scampo. Il giro più veloce lo ha fatto Dani Pedrosa (l’anno scorso durante la prima giornata di libere si fratturò la clavicola destra dovendo dire addio in anticipo alla gara giapponese), circa metà del tempo a disposizione: 1’46″790. Casey Stoner ha limato quasi mezzo secondo a quanto fatto segnare in mattinata, ma si è dovuto accontentare del secondo posto a soli 54 millesimi dal compagno di squadra. Andrea Dovizioso (scattato dalla pole position lo scorso anno) al 12mo dei 20 giri fatti sul Twin Ring ha conquistato il terzo posto con soli 162 millesimi di distacco.
Non è finita, perché un’altra Honda è in quarta posizione. E’ quella di Gresini di Marco Simoncelli (contratto rinnovato), vincitore della gara 250 nel 2008, con 398 millesimi da Pedrosa.
Jorge Lorenzo soffre ed è finito al quinto posto con circa mezzo secondo da Pedrosa.
La prima Ducati delle libere 2 è quella dell’americano Nicky Hayden, sesta posizione con +591 millesimi di distacco mentre Valentino Rossi (terz<o in gara l’anno scorso con la Yamaha dopo un’emozionante battaglia con l’allora compagno di squadra Lorenzo) si è classificato ottavo col solito di stacco dai migliori di 1″185.
Al settimo posto il pilota di casa Hiroshi Aoyama (Honda Gresini), al nono lo spagnolo Hector Barberá (Ducati Mapfre Aspar) e al decimo e l’americano Colin Edwards (Yamaha Tech 3).
L’ordine d’arrivo è completato dallo spagnolo Álvaro Bautista (Suzuki), dal francese Randy de Puniet (Ducati Pramac), dall’inglese Cal Crutchlow (Yamaha Tech 3) e dall’americano Ben Spies (Yamaha Factory) uscito di scena dopo appena 5 giri per sottoporsi ad alcuni controlli medici.
Infine, Toni Elias (LCR Honda), Karel Abraham (Ducati Cardion), Kousuke Akiyoshi (LCR Honda), Shinichi Ito (Honda Racing) e Damian Cudlin (Ducati Pramac). (ore 08:30 in Italia)

I tempi delle libere 2.
1 Dani PEDROSA, Honda Repsol Team, 1’46″790 
2 Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’46″844
3 Andrea DOVIZIOSO, Honda Repsol Team, 1’46″952
4 Marco SIMONCELLI, Honda San Carlo Gresini, 1’47.188
5 Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’47″310
6 Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’47″381
7 Hiroshi AOYAMA, Honda San Carlo Gresini, 1’47″785
8 Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’47″975
9 Hector BARBERA, Ducati Mapfre Aspar Team MotoGP, 1 1’48″055
10 Colin EDWARDS, Yamaha Monster Tech 3, 1’48″076
11 Alvaro BAUTISTA, Suzuki Rizla MotoGP, 1’48″097
12 Randy DE PUNIET, Ducati Pramac Racing Team, 1’48″374
13 Cal CRUTCHLOW, Yamaha Monster Tech 3, 1’48″379 
14 Ben SPIES, Yamaha Factory Racing, 1’48″567
15 Toni ELIAS, Honda LCR MotoGP, 1’48″743
16 Karel ABRAHAM, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’49″305
17 Kousuke AKIYOSHI, Honda LCR MotoGP, 1’49″464
18 Shinichi ITO, Honda Racing Team, 1’49″673
19 Damian CUDLIN, Ducati Pramac Racing Team, 1’51″349

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.