Bologna – Michele Pirro correà nel mondiale della MotoGP per il team di Fausto Gresini. Il ragazzo di San Giovanni Rotondo sarà protagonista di un programma inedito. Non sarà, infatti, in sella alla Honda 1000 Rc 213V ma gareggerà con una Crt, sigla che contraddistingue le moto con telaio prototipo e motore derivato da quelli di serie. Sarà la Ftr, azienda inglese di robusta esperienza, a fornire la ciclistica, mentre il propulsore sarà quello, opportunamente elaborato, della Honda Cbr 1000. Per il 25enne pugliese l’opportunità di essere uno dei pionieri di quella che sarà probabilmente in pochi anni l’unica versione della MotoGP.
Commenta Pirro: <<Sono soddisfatto di aver fatto questa scelta ed orgoglioso di partecipare con il Team San Carlo Honda Gresini a questa interessante avventura. Non è stato facile prendere la decisione perché inizialmente avrei preferito cercare di confermare e migliorare i risultati in Moto2 del 2011, ma la crescente fiducia dimostrata da parte di Fausto Gresini nel finale di stagione non mi ha lasciato dubbi sulla scelta che avrei dovuto fare. Sono onorato di continuare a fare parte di questo fantastico gruppo e di poter sviluppare insieme a loro questo ambizioso progetto che rappresenta il futuro della MotoGP e spero di ripagare loro della fiducia espressa nei miei confronti con i risultati e con la crescita tecnica di questa stimolante impresa>>.
Aggiunge Fausto Gresini: <<Abbiamo pensato che fosse giusto, per un progetto giovane come la Crt, dare un’opportunità a Michele Pirro affinché possa ulteriormente dimostrare il suo valore. Nella fase finale del Campionato del Mondo 2011 della Moto2 ha certificato di avere le qualità tecnico, sportive per poter crescere ancora e crediamo che in questa nuova categoria, la Crt, possa essere un protagonista. Splendida e indimenticabile è stata la sua vittoria di Valencia che ha regalato a tutti forti emozioni ed ha trasmesso a noi la consapevolezza di voler proporre a lui l’opportunità di entrare a far parte di questa affascinante avventura. Inoltre bisogna sempre avere presente che noi siamo un team italiano e per noi l’italianità è importante e la scelta di realizzare questo progetto insieme a Michele è anche frutto di questo nostro forte sentimento>>. (ore 19:50)