Jerez de la Frontera – Si sono conclusi i test privati a Jerez, con le Crt che hanno mostrato segnali di crescita. I piloti del team Power Electronics Aspar, De Puniet ed Espargaró, si sono imposti con il loro ritmo. Il francese ha fatto segnare un giro veloce di 1’40’’3, tre decimi più lento del tempo della GP12 satellite di Hector Barberá (Pramac Racing Team), a Jerez solo per quest’ultima giornata.
De Puniet ha passato la giornata lavorando sull’elettronica collegata al reparto sospensioni e sul grip della parte posteriore della sua ART. Il risultato conquistato oggi lo pone a meno di un secondo dal tempo sul giro di Pedrosa nel 2010 (1’39’’731). Espargaró, invece, si piazza a otto decimi dal compagno di squadra, ammettendo la propria sorpresa per un così evidente miglioramento (1 secondo e mezzo) rispetto alla prima giornata.
Hector Barberá (Pramac Racing Team) ha chiuso quest’unica giornata al comando della GP12 satellite, la stessa pesantemente danneggiata ieri nell’incidente che ha visto come protagonista il ceco Karel Abraham (Cardion AB Motoracing).
Concluso oggi il primo shakedown per James Ellison, in sella alla ART del team Paul Bird Motorsport. L’inglese si è concentrato sulla ricerca di un buon feeling con la nuova moto, senza troppi eccessi. Ellison è riuscito a girare poco meno di due secondi più veloce del miglior risultato personale di martedì, dichiarando che il prototipo verrà sicuramente perfezionato.
Nel box Speed Master, Mattia Pasini ha chiuso questo suo secondo test alla guida della ART del team italiano abbassando di sette decimi quanto fatto segnare lunedì. L’ex pilota Moto2 si è dichiarato soddisfatto della progressione mostrata nei tre giorni di test.
Primo assaggio del prototipo 2012 anche per il connazionale Danilo Petrucci, che è finito a terra in mattinata ma è stato comunque capace di tornare in sella per portare avanti il lavoro sull’elettronica della sua Ioda.
I team hanno ora a disposizione una settimana per analizzare i dati prima della prossima sessione di test privati, in programma l’8 e il 9 marzo ad Aragón. (ore 20:00)