Svelata sulla pagina Facebook di Tim la nuova Desmosedici GP12, la Ducati del Motomondiale 2012 che scatta l’8 aprile in Qatar. Presenti i due piloti Valentino Rossi e Nicky Hayden, il progettista, Filippo Preziosi, e il presidente Gabriele Del Torchio, in una kermesse diretta con ironia da Valerio Staffelli, protagonista fisso di ogni presentazione/evento Ducati.
Livrea con un bordo tricolore ai lati del cupolino e il tradizionale colore biancorosso sulla carena. Sotto c’è un telaio a traliccio in tubi al posto della tradizionale struttura con motore portante e motore di 1.000 cc, con angolo fra i cilindri di 90°, visto che i nuovi regolamenti tecnici hanno portato alla pensione le 800.
<<Noi in Ducati siamo come una grande famiglia, onorati di portare nel mondo la nostra immagine e una passione che inizia dalla voglia di essere parte del territorio – ha detto un Gabriele Del Torchio felice e orgoglioso dei 96.000 utenti che hanno seguito la presentazione online -. Siamo carichi e ringraziamo gli sponsor per il loro supporto nella nostra attività>>.
<<La “bambina” è irrequieta – ha iniziato scherzando Filippo Preziosi -. Abbiamo scelto la cilindrata piena, sarà una mille, con l’angolo fra i cilindri di 90°. I primi test sono serviti per sgrezzare la moto e le componenti principali. Adesso, a Jerez, cercheremo di trovare il set up per la gara iniziale, con gli ultimi affinamenti affidati ai ragazzi e a Jeremy Burgess>>.
Valentino Rossi pone invece gli obiettivi per la stagione. <<Bisogna essere davanti e lottare per le posizioni che contano – ha detto Vale – ma sarà importante soprattutto migliorare. La nuova moto è cambiata tanto rispetto all’anno scorso. Ci vorrà un po’ di tempo per conoscerla bene e metterla a posto, ma siamo quasi pronti. L’obiettivo di questa stagione è essere davanti e lottare per le posizioni che contano, ma sarà importante soprattutto migliorare. L’anno scorso ci abbiamo provato ma abbiamo fatto fatica, in questa stagione speriamo di fare passi avanti e ed essere competitivi il prima possibile. Correre con la Ducati ha sempre un sapore particolare, soprattutto se sei un pilota italiano. A livello di guida è una moto molto simile alle altre, si fa rispettare molto e ti mette sempre sull’attenti>>.
<<Abbiamo iniziato a lavorare su questa moto dal primo test di Sepang un mese fa – ha detto ancora Valentino – la squadra ha fatto un grande sforzo. Ora negli ultimi test di Jerez vedremo come andrà e l’8 aprile riusciremo a capire dove siamo. Abbiamo iniziato molto bene nei primi test, il feeling con la nuova moto è stato da subito positivo. Siamo stati contenti perché alla fine dei tre giorni è stato fatto un buon lavoro e io ho chiuso con il quinto tempo. Certo, c’erano ancora un po’ di problemi in uscita di curva, dove perdiamo un po’. Abbiamo provato a risolvere questi problemi nei secondi test, ma non ce l’abbiamo fatta, e infatti è andata un po’ peggio rispetto al primo. Sappiamo però che ci vuole tempo e che ci sono tante cose nuove da provare. Con questa configurazione è più facile lavorarci e fare modifiche in meno tempo, speriamo che anche questo sia un aspetto importante>>.
Ottimista pure Nicky Hayden. <<Certo che vogliamo salire di nuovo sul podio – ha detto chiaro Hayden – altrimenti saremmo rimasti a casa. Abbiamo una moto migliore rispetto all’anno scorso e una grande squadra. Mi piace questa cilindrata più grande e soprattutto il telaio sul quale sarà più semplice fare cambiamenti, anche se sarà soprattutto decisiva l’elettronica>>.
In attesa di vedere Vale correre in pista si potrà vederlo… al cinema. Sì, perché la MotoGP sbarca nei cinema italiani e Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Casey Stoner, Dani Pedrosa, Ben Spies e Marco Simoncelli sono “attori” per una sera. Mercoledì 4 aprile alle 21 sarà trasmesso, via satellite e in alta definizione, Fastest – Il più veloce, lo straordinario film evento sulla MotoGP pensato e diretto in puro stile cinematografico con la regia di Mark Neale.
Girato tra il 2010 e il 2011, Fastest prende il nome dal “Fastest Lap”, che nel gergo motociclistico indica il più rapido giro della pista, e racconta attraverso il mito di Valentino e la voce narrante (sottotitolata in italiano) di Ewan McGregor l’emozionante ed impressionante realtà della MotoGP: le cadute, l’impegno, il coraggio e la passione che questo sport richiede ed esige. L’elenco dei cinema che aderiscono all’iniziativa è disponibile su www.nexodigital.it.