GP PORTOGALLO. Stoner- Pedrosa-Lorenzo, solo loro

GP PORTOGALLO. Stoner- Pedrosa-Lorenzo, solo loro

0 3

Estoril – Dopo le prime due gare il teorema della vigilia ha trovato la sua… spiegazione. Il titolo mondiale, piloti e costruttori, sarà un questione tra Honda e Yamaha, tra Casey Stoner, campion e in carica, Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo. Gli altri faranno da contorno. Soprattutto, purtroppo, la Ducati con Valentino Rossi e il prode Nicky Hayden.
Il week end dell’Estoril per il Gran Premio del Portogallo, secondo gli esperti meteo, sarà dominato da pioggia e vento. Il leader del campionato Jorge Lorenzo in Portogallo ha vinto per tre anni consecutivi dal 2008 al 2010e proverà a mantenere la testa della classifica difendendosi dagli attacchi del duo Honda Casey Stoner-Dani Pedrosa. Stoner arriva in Portogallo con lo stesso obiettivo di Jerez: vincere su un circuito in cui non ha mai brillato. Meglio qui ha fatto il suo compagno di squadra Pedrosa che vinse lo scorso anno e che, nonostante non sia ancora in grado di giocarsi la vittoria, ha iniziato decisamente bene la stagione 2012.
La rivelazione della stagione è Cal Crutchlow con la Yamaha Monster Tech3 la cui mission lusitana è identica a quella di Losail e Jerez: migliorare la quarta piazza e confermarsi prima opzione rispetto ai tre favoriti. Male non sta facendo nemmeno il suo nuovo compagno di squadra Andrea Dovizioso, impegnato ad adattarsi completamente alla nuova moto, ma già in forma.
Valentino Rossi e Nicky Hayden rimangono nelle retrovie per ora, ma segnali positivi arrivano dalla prima fila in qualifica dell’americano a Jerez e dalle parole dell’italiano al termine di una gara che non è stata così negativa considerate tutte le premesse. All’appello manca un solo pilota ufficiale, Ben Spies, autore del peggior inizio di stagione da quando è in MotoGP.
 Álvaro Bautista (Honda San Carlo Gresini), Stefan Bradl (Honda LCR) e Héctor Barberá (Ducati Pramac Team) cercheranno di migliorare le loro prestazioni anche se l’inizio di stagione è, senza dubbio, positivo. Non si può dire la stessa cosa per Karel Abraham (Ducati Cardion AB Motoracing), ancora a zero punti.
Nel “pianeta CRT” Aleix Espargaró e Randy de Puniet hanno ritrovato fiducia e risultati a discapito di un irriconoscibile Colin Edward. Michele Pirro, Danilo Petrucci e MattiaPasini possono progredire già in questo appuntamento.
L’Estoril è una combinazione di lunghi rettilinei, tornanti, da affrontare a bassa velocità, e curve veloci. Le staccate sono impegnative ma i lunghi rettilinei agevolano il contenimento delle temperature dei freni. E’ una pista caratterizzata dallo scarso grip anche perché, essendo vicino al mare c’è spesso il vento che tira sabbia e polvere sull’asfalto, condizione che ostacola la trasmissione della coppia frenante a terra e richiede maggior carico sulla leva. Per questo motivo sono ben 2 le staccate del circuito lusitano che trovano posto nella top 7 delle frenata caratterizzate da maggior carico sulla leva.
Il programma del week end: venerdì 4 maggio 11:10-11:55 prove libere 1, 15:10-15:55 prove libere 2; sabato 5 maggio 11:10-11:55 prove libere 3, 14:55-15:55 qualifiche; domenica 6 maggio 10:30-10:50 warm up, 14:00 gara. (ore 14:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply