GP PORTOGALLO. Pedrosa problemi e leadership

GP PORTOGALLO. Pedrosa problemi e leadership

0 1

Estoril – Nonostante i problemi che lo hanno appiedato per lunga parte della terza sessione di prove libere, Dani Pedrosa a 10 minuti dalla conclusione ha potuto riprendere la pista ed è stato in grado di fare il giro più veloce superando il compagno di squadra Casey Stoner che fino a quel momento era rimasto in testa. Pedrosa ha fermato il cronometro su 1’37″326, -12 millesimi sul tempo di 1’37″338 spiccato dall’australiano. Le due Honda, comunque, sono rimaste saldamente davanti anche se Jorge Lorenzo, da parte sua, è riuscito a risalire parecchie posizioni ed ha concludere al terzo posto con la sua Yamaha ufficiale a +354 da Pedrosa e +342 da Stoner.
Quarta e quinta posizione per i due piloti e le due moto che possono ritenersi gli outsider nella sfida al titolo. Ovvero Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso con le Yamaha Tech3. L’inglese è rimasto a 760 millesimi da Pedrosa e l’italiano a 947, distacchi comunque di  rilievo nonostante le varie limature nella parte finale della sessione.
Sesta posizione per la Honda Gresini di Alvaro Bautista già ad 1″006 dal tempo di Dani mentre la prima Ducati nella circostanza è stata (finalmente!) quella di Valentino Rossi, settima con l’inevitable 1″117 di distacco.
Ben Spies con l’altra Yamaha ufficiale che nella sessione bagnata s’era dimostrato il migliore è tornato nell’anonimato sul circuito asciutto, solo ottavo a 1″232 da Pedrosa e 878 millesimi dal compagno di squadra.
La top ten di stamane è stata completa da Nicky Hayden, nono con la Ducati ufficiale a 1″276 da Pedrosa, e da Stefan Bradl, decimo con la Honda LCR a 1″388.
In CRT il duo del team Power Electronics Aspar formato da Randy de Puniet e Aleix Espargaró si è piazzato davanti anche alla Ducati satellite di Abraham  del team Cardion AB solo 14mo. (ore 12:15)
Classifica e tempi libere 3
1 Dani PEDROSA, Honda Repsol Team, 1’37’’326
2 Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’37’’338
3 Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’37″680
4 Cal CRUTCHLOW, Yamaha Tech 3, 1’38’’066
5 Andrea DOVIZIOSO, Yamaha Tech 3, 1’38’’273
6 Alvaro BAUTISTA, Honda San Carlo Gresini, 1’38’’332
7 Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’38″443
8 Ben SPIES, Yamaha Factory Racing, 1’38’’558
9 Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’38’’602
10 Stefan BRADL, Honda LCR, 1’38’’714
11 Hector BARBERA, Ducati Pramac Racing Team, 1’38’856
12 Randy DE PUNIET, Aprilia Art, 1’39’’361
13 Aleix ESPARGARO, Aprilia Art, 1’40’’225
14 Karel ABRAHAM, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’40’’374
15 Yonny HERNANDEZ, Kawasaki Bqr, 1’40’’561
16 Mattia PASINI, Aprilia Art, 1’40’’875
17 Michele PIRRO, Honda San Carlo Gresini, 1’41’’379
18 Ivan SILVA, Kawasaki Bqr, 1’41’’772
19 Danilo PETRUCCI, Aprilia Ioda, 1’42’’002
20 James ELLISON, Aprilia Art, 1’42″103
21 Colin EDWARDS, Bmw Suter, 1’42’’145

NO COMMENTS

Leave a Reply