Le Mans – Era nell’aria ma nessuno si aspettava che potesse essere formalizzata con così tanto anticipo. La notizia che a fine stagione abbandonerà l’attività agonistica Casey Stoner ha preferito darla alla vigilia del Gran Premio di Francia che si corre domenica prossima a le Mans.
<<Sono due anni che pensavo a questo ritiro – ha detto il campione del mondo in carica – Ne ho parlato a lungo con la mia famiglia e alla fine ho preso la decisione di ritirarmi a conclusione di questa stagione. Nel 2013 non correrò più. Ci sono molte cose di quest’ambiente e di questa vita che non sono compatibili con me, non mi piacciono. Ho passato molti momenti bellissimi e indimenticabili però questa è la mia decisione>>.
Carattere particolare, problemi fisici al braccio destro che anche quest’anno lo tormentano, il pilota australiano non ha voluto aggiungere altri particolari sulla sua decisione. Nella scorsa stagione, in diverse occasione Stoner aveva evidenziato il suo sostanziale disagio nel mondo della MotoGp, elencando una gerarchia di valori e priorità nella propria vita di neo padre in cui le corse trovano una scarsa collocazione. La sua passione per la moto e la velocità non sono in discussione ma il background della MotoGP non lo ha mai messo a suo agio.
Valentino Rossi ha commentato: <<Non è  una buona notizia. Perdiamo un grande pilota e un grande rivale. E’ però una decisione sua, intima, e come tale va rispettata. Io continuerò a correre sia nel 2013 sia nel 2014>>.
Livio Suppo, mentore di Stoner in Ducati ed ora in Honda, qualche giorno fa aveva detto: <<Con Casey un’ipotesi del genere è sempre realistica. Se me lo chiedete rispondo che non lo so, ma che temo possa abbandonare a fine stagione. Casey ragiona con la sua testa e sa cosa vuole. Se deciderà di smettere riuscirò a capirlo. Pur avendo la sensazione che prevarrà la decisione di continuare>>. Suppo si sbagliava su quest’ultima previsione. (ore 19:15)

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.