Sachsenring – Annunciata ed attesa. E’ arrivata la pioggia. Ed ha permesso qualche variazione sul tema del rapporto di forza Honda-Yamaha. Al vertice è rimasto Dani Pedrosa anche se il crono del pomeriggio è stato ovviamente molto più alto di quello “asciutto” della mattina: 1’32″228 contro 1’22″357. Non poteva essere diversamente anche se avesse rischiato di più. La sorpresa nella parte finale del tempo a disposizione con una pista leggermente meno bagnata è arrivata da Stefan Bradl e dalla Honda cliente Lcr. Il tedesco ha persino rischiato di chiudere al primo posto. Comunque è stato secondo a 76 millesimi da Pedrosa ed ha respinto al terzo posto Jorge Lorenzo e la Yamaha Factory che è stato meno veloce di 23 millesimi rispetto a Bradl. Casey Stoner si è accontentato del quarto posto e non ha mai cercato di migliorare la posizione. Il distacco dal compagno di squadra è stato di 180 millesimi.
La pioggia ha (ri)messo le ali a Valentino Rossi ed alla Ducati in quinta posizione a 304 millesimi dalla vetta. Se continuerà a piovere anche domani….Anche Nicky Hayden potrebbe cogliere soddisfazioni come il sesto posto di oggi pomeriggio a 125 millesimi dal compagno di squadra.
Più cauti i due della Yamaha Tech3. Cal Crutchlow si è preso il settimo posto e Andrea Dovizioso l’ottavo rispettivamente con +516 e +589 millesimi. La top ten è stata completata da Ben Spies, nono con la Yamaha Factory, e da Hector Barbera, decimo con la Ducati Pramac.
Alvaro Bautista, 11mo con la Honda Gresini, ha preceduto il primo della Crt che per la circostanza è stato James Ellison con la Aprilia Art.
Classifica e tempi libere 2
1 Dani PEDROSA, Honda Repsol Team, 1’32’’228
2 Stefan BRADL, Honda LCR, 1’32″304 +0″076
3 Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’32″327 +0″099
4 Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’32’’408 +0″180
5 Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’32″532 +0″304
6 Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’32’’657 +0″429
7 Cal CRUTCHLOW, Yamaha Tech 3, 1’32″744 +0″516
8 Andrea DOVIZIOSO, Yamaha Tech 3, 1’32’’817 +0″589
9  Ben SPIES, Yamaha Factory Racing, 1’33’’107 +0″879
10 Hector BARBERA, Ducati Pramac Racing Team, 1’33″147 +0″919
11 Alvaro BAUTISTA, Honda San Carlo Gresini, 1’33’’227 +0″999
12 James ELLISON, Aprilia Art, 1’34″894 +2″666
13 Aleix ESPARGARO, Aprilia Art, 1’34’’910 +2″682
14 Mattia PASINI, Aprilia Art, 1’34’’946 +2″718
15 Yonny HERNANDEZ, Kawasaki Bqr, 1’35’’204 +2″976
16 Randy DE PUNIET, Aprilia Art, 1’35’’311 +3″083
17 Danilo PETRUCCI, Aprilia Ioda, 1’35’’355 +3″127
18 Michele PIRRO, Honda San Carlo Gresini, 1’35’’461 +3″233
19 Franco BATTAINI, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’36″019 +3″791
20 Ivan SILVA, Kawasaki Bqr, 1’36’’800 +4″572
21 Colin EDWARDS, Bmw Suter, 1’43’’245 +11″017

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.