GP ITALIA. Jorge Lorenzo ribadisce

GP ITALIA. Jorge Lorenzo ribadisce

Barberino del Mugello – Il tempo si è mantenuto sul bello, la temperatura è salita leggermente (26 gradi nell’aria,43 sull’asfalto), tempo ideale per dedicarsi alle gomme da utilizzare per la gara per cui i tempi non cambiano granché rispetto a stamane.
Comunque in testa rimane la Yamaha Factory di Jorge Lorenzo che ha fatto 1’48″076 e per quanto riguarda la cronaca non tecnica ci sono da registrare le cadute di Alvaro Bautista e Jorge Lorenzo ad inizio sessione e quella di Hector Barberá nella seconda parte, che perde il controllo della sua Ducati in entrata alla Casanova Savelli (curva 6-7) e costringe il direttore di gara alla bandiera rossa e allo stop della sessione per qualche minuto.
La lotta per il primato è tutta spagnola. Come anticipato l’ha spuntata Lorenzo ma Dani Pedrosa è stato vicinissimo con 31 millesimi di distacco, Casey Stoner più lontano, al sesto posto con 451 millesimi di distacco. Buon terzo con la Ducati Nicky Hayden che ha contenuto il distacco da Lorenzo in 81 millesimi mentre Valentino Rossi ha chiuso al nono posto con 941 millesimi di distacco.
Il lungo rettilineo e il tracciato in sè sembrano aiutare la Ducati e al terzo posto di Hayden ha fatto seguito la Ducati Pramac di Hector Barberá il quale nonostante la caduta ha occupato il quarto posto  a 178 millesimi dalla vetta.
Andrea Dovizioso, quinto, ha ancora una volta preceduto il compagno in Yamaha Tech 3 Cal Crutchlow che ha concluso la sessione all’ottavo posto preceduto da Ben Spies con l’altra Yamaha Factory. La top ten è stata completata da Stefan Bradl con la Honda Lcr.
In Crt funziona il lavoro di Aleix Espargaró  davanti al compagno di squadra  Randy de Puniet che lo aveva preceduto stamane.
 
Classifica e tempi libere 2
1 Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’48″076
2 Dani PEDROSA, Honda Repsol Team, 1’48’’107 +0″031
3 Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’48’’157 +0″081
4 Hector BARBERA, Ducati Pramac Racing Team, 1’48″254 +0″178
5 Andrea DOVIZIOSO, Yamaha Tech 3, 1’48’’308 +0″232
6 Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’48’’527 +0″451
7  Ben SPIES, Yamaha Factory Racing, 1’48’’540 +0″464
8 Cal CRUTCHLOW, Yamaha Tech 3, 1’48″650 +0″574
9 Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’49″017 +0″941
10 Stefan BRADL, Honda LCR, 1’49″022 +0″946
11 Alvaro BAUTISTA, Honda San Carlo Gresini, 1’49’’208 +1″132
12 Aleix ESPARGARO, Aprilia Art, 1’50’’015 +1″939
13 Randy DE PUNIET, Aprilia Art, 1’50’’269 +2″193
14 Michele PIRRO, Honda San Carlo Gresini, 1’51’’130 +3″054
15 Yonny HERNANDEZ, Kawasaki Bqr, 1’51’’322 +3″246
16 Mattia PASINI, Aprilia Art, 1’51’’384 +3″308
17 Colin EDWARDS, Bmw Suter, 1’51’’857 +3″781
18 James ELLISON, Aprilia Art, 1’51″966 +3″890
19 Danilo PETRUCCI, Aprilia Ioda, 1’52’’109 +4″033
20 Ivan SILVA, Kawasaki Bqr, 1’52’’558 +4″482

NO COMMENTS

Leave a Reply