Indianapolis – Da Laguna Seca a Indianapolis: cambia la scena ma sul set l’attore protagonista rimane Casey Stoner, vincitore in California, unico pilota a fare il giro sotto l’1’42”, 1’41″925. La “spalla” nell’occasione gliela fatta il compagno di squadra Dani Pedrosa, spodestato dalla prima posizione nella quale era rimasto a lungo per soli 181 millesimi. Due Honda imbattibili sul circuito sul quale hanno sempre dominato.
Jorge Lorenzo archivia una prima sessione negativa. Il leader del mondiale con la Yamaha Factory si è classificato ottavo a  1″370 da Stober.
Sorride la Ducati. Nicky Hayden ha regalato alla Rossa un imprevedibile terzo posto a poco più di mezzo secondo dalla Honda di testa. Ben Spies, Yamaha Factory, Stefan Bradl, Honda LCR Team, Alvaro Bautista  Honda Gresini) e Cal Crutchlow, Yamaha Tech3, nell’ordine hanno occupato i posti dal quarto al settimo. Valentino Rossi con la testa alla Yamaha e il culo ancora sulla Ducati ha trovato posto nella top ten col nono piazzamento con 1″420 di distacco.
Decimo il rientrante Hector Barbera il quale però a 11 minuti dalla conclusione alla curva 16 ha perso il controllo della Ducati Pramac finendo fuori pista. Bandiera rossa e pilota al centro medico per un forte dolore al petto e nessun problema alla gama destra recentemente fratturatasi che lo aveva costretto ad un stop prolungato.
Fuori dalla top ten l’irriconoscibile Andrea Dovizioso, 11mo. In Crt primo è Yonny Hernandez, 12mo con la Kawasaki Bqr, davanti ad Aleix Espargaró, 13mo con la Aprilia Art.
Classifica e tempi libere 1
1 Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’41’’925
2 Dani PEDROSA, Honda Repsol Team, 1’42’’106 +0″181
3 Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’42’’472 +0″547
4  Ben SPIES, Yamaha Factory Racing, 1’42’’536 +0″611
5 Stefan BRADL, Honda LCR, 1’43″027 +1″102
6 Alvaro BAUTISTA, Honda San Carlo Gresini, 1’43’’195 +1″270
7 Cal CRUTCHLOW, Yamaha Tech 3, 1’43″295 +1″137
8 Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’43″312 +1″387
9 Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’43″345 +1″420
10 Hector BARBERA, Ducati Pramac Racing Team, 1’43″736 +1″811
11 Andrea DOVIZIOSO, Yamaha Tech 3, 1’43’’745 +1″820
12 Yonny HERNANDEZ, Kawasaki Bqr, 1’44’’328 +2″403
13 Aleix ESPARGARO, Aprilia Art, 1’44’’714 +2″789
14 Karel ABRAHAM, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’44″739 +2″814
15 Mattia PASINI, Aprilia Art, 1’44’’913 +2″988
16 Randy DE PUNIET, Aprilia Art, 1’46’’298 +4″373
17 Ivan SILVA, Kawasaki Bqr, 1’46’’332 +4″407
18 Michele PIRRO, Honda San Carlo Gresini, 1’46’’480 +4″555
19 Colin EDWARDS, Bmw Suter, 1’46’’520 +4″595
20 Steve RAPP, Attack Performance, 1’46″619 +4″694
21 Danilo PETRUCCI, Aprilia Ioda, 1’46’’941 +5″016
22 James ELLISON, Aprilia Art, 1’47″506 +5″581
23 Aaron YATES, GpTech, 1’48″054 +6″129

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.