Indianapolis – Dani Pedrosa al fulmicotone fa 1’39″783 e lima di ben 2″142 il crono della mattina. A differenza del compagno di squadra Casey Stoner con l’altra Honda Repsol, leader delle libere 1, non ha saputo tenere il ritmo indiavolato dello spagnolo ed ha concluso al quinto posto a 840 millesimi. Meglio dell’australiano hanno fatto Ben Spies, Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso. L’americano con la Yamaha Factory è riuscito a contenere il distacco in poco più di 2 decimi, il suo compagno di squadra ha registrato più di 7 decimi come l’italiano della Yamaha Tech3.
L’altra Yamaha Tech3 di Cal Crutchlow ha preso il sesto posto con 1″272 di distacco ed ha preceduto la Honda Gresini di Alvaro Bautista, settimo con 1″289 di distacco, e la Honda Lcr di Stefan Bradl, a 1″472. La top ten è conclusa dalle due Ducati ufficiali: Nicky Hayden nono a 1″614 da Pedrosa, Valentino Rossi decimo a 1″746 (tra i due 132 millesimi). Tra le Crt il più veloce è stato Randy de Puniet con la Aprilia Art, undicesimo.
Lo spagnolo Hector Barbera, che corre con il Team Pramac in sella ad una Ducati Desmosedici non potrà partecipare alla gara. La decisione è stata presa dopo l’incidente nella prima sessione di libere nel quale Barbera ha riportato fratture alla quinta, sesta e ottava vertebra cervicale. Lo spagnolo rientrava a Indianapolis dopo l’infortunio alla gamba che l’aveva escluso dalla gara di Laguna Seca. Al suo posto, come in California, gareggeràToni Elias che l’aveva sostituito nel G.P. degli Usa. Elias ha concluso la sessione col 17mo tempo a  3″312 da Pedrosa.  
 
Classifica e tempi libere 2
1 Dani PEDROSA, Honda Repsol Team, 1’39’’783
2  Ben SPIES, Yamaha Factory Racing, 1’40’’078 +0″295
3 Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’40″502 +0″719
4 Andrea DOVIZIOSO, Yamaha Tech 3, 1’40’’560 +0″777
5 Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’40’’623 +0″840
6 Cal CRUTCHLOW, Yamaha Tech 3, 1’41″055 +1″272
7 Alvaro BAUTISTA, Honda San Carlo Gresini, 1’41’’072 +1″289
8 Stefan BRADL, Honda LCR, 1’41″255 +1″472
9 Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’41’’397 +1″614
10 Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’41″529 +1″746
11 Randy DE PUNIET, Aprilia Art, 1’41’’855 +2″072
12 Karel ABRAHAM, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’42″279 +2″496
13 Mattia PASINI, Aprilia Art, 1’42’’290 +2″507
14 Aleix ESPARGARO, Aprilia Art, 1’42’’360 +2″577
15 Yonny HERNANDEZ, Kawasaki Bqr, 1’42’’761 +2″978
16 Michele PIRRO, Honda San Carlo Gresini, 1’42’’761 +2″978
17 Toni ELIAS, Ducati Pramac Racing Team, 1’43″095 +3″312
18 Colin EDWARDS, Bmw Suter, 1’43’’813 +4″030
19 Ivan SILVA, Kawasaki Bqr, 1’44’’122 +4″339
20 James ELLISON, Aprilia Art, 1’44″127 +4″344
21 Danilo PETRUCCI, Aprilia Ioda, 1’44’’609 +4″826
22 Aaron YATES, GpTech, 1’46″021 +6″238
23 Steve RAPP, Attack Performance, s.t.

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply