Indianapolis – La rivincita del Canguro. Con un salto in lungo che l’ha riportato prepotentemente in testa. Casey Stoner quinto nelle libere 2 a 8 decimi dal compagno di squadra Dani Pedrosa, stamane ha suonato la carica e come uno squadrone di cavalleria ha travolto le resistenze dei rivali. Nel suo 1’39” altri tre piloti ma nessuno come lui. A cominciare proprio da Pedrosa arrivato per un attimo in testa e l’attimo dopo retocesso al secondo posto: 187 millesimi la differenza tra le due Honda Repsol. Honda così travolgente al punto che Jorge Lorenzo alla fine della sessione si è ritrovato settimo a 1″157 dalla vetta superato dalla Yamaha Factory del compagno di squadra, ancora per otto gare, Ben Spies, terzo, dalla Honda Lcr di Stefan Bradl, dalla Yamaha Tech3 di Andrea Dovizioso e dalla Honda Gresini di Alvaro Bautista. Non solo, ma appena 9 millesimi meglio della Ducati di Valentino Rossi, ottavo e prossimo coequipier dello spagnolo.
La top ten è stata completata da Cal Crutchlow (sfortunato protagonista di una caduta nel finale di sessione), nono, e Nicky Hayden, decimo.
Tra le Crt il primo posto stamane è toccato ad Aleix Espargaro con la Aprilia Art, 11mo e davanti al compagno di squadra Randy de Puniet, 13mo (preceduto da Yonny Hernandez con la Kawasaki Bqr). 
 
Classifica e tempi libere 3
1 Casey STONER, Honda Repsol Team, 1’39’’182
2 Dani PEDROSA, Honda Repsol Team, 1’39’’369 +0″187
3  Ben SPIES, Yamaha Factory Racing, 1’39’’386 +0″204
4 Stefan BRADL, Honda LCR, 1’39″681 +0″499
5 Andrea DOVIZIOSO, Yamaha Tech 3, 1’40’’018 +0″836
6 Alvaro BAUTISTA, Honda San Carlo Gresini, 1’40’’206 +1″024
7 Jorge LORENZO, Yamaha Factory Racing, 1’40″339 +1″157
8 Valentino ROSSI, Ducati Team, 1’40″348 +1″166
9 Cal CRUTCHLOW, Yamaha Tech 3, 1’40″402 +1″220
10 Nicky HAYDEN, Ducati Team, 1’40’’513 +1″331
11 Aleix ESPARGARO, Aprilia Art, 1’41’’455 +2″273
12 Yonny HERNANDEZ, Kawasaki Bqr, 1’41’’473 +2″291
13 Randy DE PUNIET, Aprilia Art, 1’41’’706 +2″524
14 Karel ABRAHAM, Ducati Cardion AB Motoracing, 1’41″724 +2″542
15 Mattia PASINI, Aprilia Art, 1’41’’748 +2″566
16 Toni ELIAS, Ducati Pramac Racing Team, 1’42″363 +3″181
17 Michele PIRRO, Honda San Carlo Gresini, 1’42’’892 +3″710
18 Ivan SILVA, Kawasaki Bqr, 1’42’’946 +3″764
19 Danilo PETRUCCI, Aprilia Ioda, 1’42’’982 +3″800
20 James ELLISON, Aprilia Art, 1’43″320 +4″138
21 Colin EDWARDS, Bmw Suter, 1’43’’341 +4″159
22 Steve RAPP, Attack Performance, 1’44″179 +4″997
23 Aaron YATES, GpTech, 1’45″474 +6″292

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply