Motegi – Il copione delle ultime tre gare: Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa attori protagonisti ma assolo finale del pilota della Honda Repsol. Il campionato, quindi, rimane aperto anche se il pilota della Yamaha Factory classificandosi secondo dietro all’irresistibile connazionale, ha limitato i danni facendosi recuperare solo tre punti. Gli rimane un buon margine che può difendere con i secondi posti delle prossime tre gare.
E per la prima volta quest’anno un podio tutto spagnolo. Sul terzo gradino è arrivato Alvaro Bautista che a cinque giri dal termine attaccare e supera Cal Crutchlow, terzo sin dalle fasi d’avvio, e può festeggiare il rinnovo del contratto con Gresini con un risultato fantastico mentre l’inglese successivamente arriva lungo e finisce la gara fuori pista (non classificato insieme con Danilo Petrucci, Ivan Silva, Randy de Puniet, Ben Spies, fuori al primo giro, e Yonny Hernandez).
Jorge Lorenzo non sbaglia l’uscita dai blocchi dell’AirAsia Grand Prix of Japan che mantiene qualche metro di vantaggio su Dani Pedrosa. In 3 giri Lorenzo e Pedrosa vantano già più di due secondi su Crutchlow, Bautista, Stoner, Bradl e Dovizioso, con Rossi leggermente più indietro. A 13 giri dal termine, sul copione di Aragon, Pedrosa passa Lorenzo e si lancia verso la quinta vittoria della stagione, la terza consecutiva. Il pilota della Honda Repsol guadagna 3-4 decimi sul connazionale giro dopo giro. Dietro Stoner perde posizioni superato prima da Bautista e poi da Dovizioso.
Vince da dominatore Dani Pedrosa in un circuito da sempre favorevole ad Honda e al pilota spagnolo. Per Jorge Lorenzo, secondo, un altro passo verso il titolo mondiale 2012, anche se il vantaggio continua a ridursi (ora +28). La terza posizione è per Alvaro Bautista con Crutchlow costretto ad abbandonare la sfida e la gara per un problema nelle ultime curve, circostanza che permette di guadagnare una posizione con Dovizioso quarto, seguito da Casey Stoner, Stefan Bradl e Valentino Rossi settimo. Buon risultato soprattutto per Dovizioso che ora è a 5 punti dal terzo posto iridato.
In CRT doppio risultato Aleix Espargaró (Aprilia Art): oltre a ottenere la prima posizione (12mo) sfrutta il ritiro del compagno di squadra de Puniet per confermare la leadership mondiale. Dietro di lui ottima prestazione di Colin Edwards (Bmw Suter) che chiude a 2 secondi dalla miglior CRT ed entra in zona punti in compagnia di James Ellison (Aprilia Art)  e Michele Pirro (Honda Gresini).

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.