Kuala Lumpur – MotoGP senza respiro. Il trittico consecutivo cominciato il 14 ottobre a Motegi si incendierà ancora domenica prossima a Sepang per continuare il 289 ottobre a Phillip Island. Il “forzato della vittoria” Dani Pedrosa deve continuare a vincere. Per lui non ci sono alternative. E sperare che al rivale Joege Lorenzo qualcosa vada storto. Perché se continuerà a collezionare secondi posti, male che vada, la vicenda iridata sarà tutta a suo favore. Dani arriva in Malesia con 28 punti di distacco da Jorge nella Mondiale, ha vinto le ultime tre gare , cinque in stagione (20 in MotoGP, 43 in carriera), l’obiettivo quindi è quello di arrivare ancora davanti al connazionale per tenere vive le speranze iridate. Non corre su questo circuito dal 2009 – nel 2010 perchè infortunato, lo scorso anno perchè la gara venne cancellata per il tragico incidente a Simoncelli- ma lo spagnolo è sempre stato veloce qui con due vittorie (2003 in 125  e 2004 in 250) e 4 podi nella classe regina.
A parte la vicenda sportiva di altissimo livello, quest’anno il ritorno sulla pista malese è accompagnato da un forte carico di emozioni. Qui, il 23 ottobre 2011, perse la vita in un tragico incidente Marco Simoncelli, pilota del team Honda Gresini San Carlo. Tutti i piloti renderanno omaggio alla memoria dell’indimenticato numero 58.
L’altro pilota del team Honda Repsol, Casey Stoner, ha concluso con il quinto posto  il fine settimana che segnava il suo ritorno sulla scena mondiale dopo il periodo di convalescenza. L’australiano non si è dichiarato soddisfatto, nonostante il passo gara paragonabile a quello del gruppo di testa, accusando alcuni problemi legati ancora alla caviglia infortunata. In Malesia vuole fare meglio, aiutare il compagno di squadra e togliere punti iridati a Lorenzo.
Andrea Dovizioso staccato di soli 5 punti da Stoner nella classifica iridata dal canto suo spera che il rivale australiano non ritrovi al più presto il ritmo migliore così da poter mettere le mani sulla terza posizione della classifica generale. L’italiano della Yamaha Tech3 sarà chiamato di nuovo a confrontarsi con il compagno di squadra Cal Crutchlow, desideroso più che mai di rifarsi dopo la delusione seguita alla prematura uscita di scena a Motegi dopo essere stato a lungo in terza posizione dimostrando di meritare il podio.
La battaglia per la conquista del quinto posto della classifica generale si fa sempre più interessante e combattuta, con lo spagnolo Álvaro Bautista favorito dopo il podio conquistato in Giappone. Lo spagnolo sarà in gara più fiducioso e  tranquillo dopo il recente rinnovo per il 2013 firmato con Gresini. Stefan Bradl, pilota del team LCR Honda MotoGP, spera che i recenti fastidi al braccio non tornino a farsi sentire in Malesia, mentre l’italiano del Ducati Team, Valentino Rossi, proverà a risolvere i problemi riscontrati alla Desmosedici a Motegi  mentre Nicky Hayden si presenterà a Sepang con una settimana in più dedicata alla cura del braccio infortunato, anche se l’americano è ben consapevole di non aver ancora ripreso in pieno la forma fisica. Occhi puntati anche sulle CRT. Aleix Espargaró è deciso a ripetere la bella prova di Motegi e confermarsi davanti al compagno di squadra Randy de Puniet.
Il week-end malese si svolgerà col seguente calendario (orari italiani): venerdì 19 ottobre, 04:10-04:55 prove libere 1 e 08:10-08:55 libere 2; sabato 20, 04:10-04:55 prove libere 3 e 07:55-08:55 qualifiche; domenica 21, 05:40-06:00 warm up e 10:00 gara.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.