Sepang – Seconda sessione di prove libere sprecata. La pista bagnata ha consigliato i big a rimanere inoperosi per evitare le insidie del tracciato malese. I pochi che hanno comunque fatto qualche giro cronometrato se la sono presa comoda. Si sono scatenati i piloti della CRT e nel finale di sessione lo spagnolo Ivan con la Kawasaki Bqr ha fatto il giro vewloce in 2’10″602, quasi 9 decimi più lento rispetto al tempo di stamane fatto registrare su pista asciutta da Dani Pedrosa. Al secondo posto si è classificato l’italiano Michele Pirro con la Honda Gresini  con 1″441 di distacco, al terzo il francese Randy de Puniet con la Aprilia Art a 1″444, quarto l’italiano Roberto Rolfo con la Aprilia Art.
Il primo dei big che nei pochi giri effettuati ha spiccato un crono registrato è Karel Abraham con la Ducati Cardion al quinto posto con 5″541 di distacco. A seguire Alvaro Bautista con la Honda Gresini (+6’534), Valentino Rossi con la Ducati Team (+6″571), Aleix Espargaro con la Aprilia Art (+6″827), Nicky Hayden con la Ducati Team (+7″202) ed a chiudere la top ten James Ellison con la Aprilia Art (+7″876).
Altri tre piloti hanno fatto registrare il crono: Stefan Bradl, 11mo con la Honda LCR (+8″483), Hector Barbera, 12mo con Ducati Pramac (+10″511) e Colin Edwards, 13mo con la Bmw Suter (+16″255).

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.