Sepang – Lorenzo-Pedrosa-Dovizioso-Pedrosa-Dovizioso-Pedrosa-Lorenzo. La sequenza elettrizzante dei pretendenti alla pole position che si è conclusa allo scadere della sessione quando lo spagnolo della Yamaha Factory ha in rapida successione, negli ultimi due giri, fatto registrare due crono da brivido fino al conclusivo 2’00″334 che ha spodestato il connazionale per 194 millesimi e respinto al terzo posto l’italiano per 233. Lorenzo dopo vari tentativi ha superato il “muro” del quarto settore in cui perdeva sempre 2 decimi rispetto a Pedrosa e Dovizioso. Per Jorge è la settima pole in stagione. Per Dovizioso è la terza prima fila quest’anno.
Altrettanto appassionante la lotta per l’acquisizione dei tre posti della seconda fila. Casey Stoner con un ultimo giro che fino al terzo settore lo dava in pole ha chiuso con la Honda Repsol col quarto tempo (+477 da Lorenzo) precedendo Cal Crutchlow quinto con la Yamaha Tech3 (+844) e Ben Spies sesto con la Yamaha Factory (+851).
La terza fila ha “assemblato” Hector Barbera  primo dei ducatisti con la Pramac al settimo posto, distacco 960 millesimi, Stefan Bradl ottavo con la Honda LCR a 1″157, e Nicky Hayden nono con la Ducati Team a 1″306.
Valentino Rossi con la sua Ducati Team ha chiuso con l’11mo tempo a 1″449 da Lorenzo ed occupa la posizione centrale della quarta fila tra Alvaro Bautista 10mo con la Honda Gresini a 1″306 e Aleix Espargaro, ancora primo dei CRT, 12mo con Aprilia Art a 2″508.
Per domani pomeriggio è prevista pioggia. Lo scenario della gara potrebbe cambiare, Per tutti.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.