Phillips Island – Se qualcuno avesse ipotizzato ordini di scuderia se lo tolga dalla testa. Il marziano Casey Stoner dopo l’assaggio di stamana con 1’30″374 oggi pomeriggio ha limato pesantemente in 1’29″999 ed ha confermato che vuole pole e vittoria. Non ci sono “ragioni di stato” che tengano. Se Dani Pedrosa, non importa in qualifica ma soprattutto in gara, dovesse mantenere il secondo posto delle libere 2 (per altro a 885 millesimi dal compagno di squadra) e Casey-ET dovesse essere davanti sarà difficile dire al marziano “fallo passare perché sta lottando per il titolo iridato”.
Il tema di fondo che si delinea è proprio questo. Pedrosa deve prima battere il compagno di squadra. Improbabile. Poi deve battere ancora e per la quinta volta di seguito Jorge Lorenzo e la Yamaha Factory. Probabile. Proprio perché Jorge e la Yamaha su questo circuito dimostrano particolari sofferenze al punto che lo spagnolo s’è preso ben 1″006 da Stoner ed ha conquistato solo il terzo posto a 1 decimo abbondante dal rivale nella corsa al titolo. Fosse questo l’ordine d’arrivo domenica delll’Airasia Australian Grand Prix Stoner avrebbe fatto un regalo a Lorenzo non a Pedrosa.
Al quarto posto oggi pomeriggio è arrivato Cal Crutchlow con 1″368 di distacco mentre è scalato al quinto Andrea Dovizioso con l’altra Yamaha Tech 3 a 1″459. Sesta e settima le Honda Gresini di Alvaro Bautista (+1″617) e LCR e di Stefan Bradl (+1″703).
Valentino Rossi si “consola” col fatto d’essere il primo delle Ducati, ottavo, ma il distacco è pesantissimo: 2″031! Ancor più pesante quello di Nicky Hayden, nono con l’altra Ducati Team, +2″655. Decimo, come stamane, e primo dei CRT, Randy de Puniet con la Aprila Art a 2″675 da Stoner.
Kris McLaren, il sostituto di Yonny Hernandez in Kawasaki Bqr, come stamane non è stato classificato: è finito oltre il 107% del crono consentito che era 1’36″298. 

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply