Dresda – Situato a circa cento chilometri da Dresda, il Sachsenring può vantare una lunga tradizione motociclistica avendo ospitato la prima gara di moto nel 1927.
A quei tempi la pista misurava 8,6 km e, dal 1961 al 1972 ha ospitato regolarmente la gara tedesca del Campionato del Mondo di Motociclismo. Piloti famosi, come il plurititolato Giacomo Agostini hanno corso e vinto le corse del Sachsenring di quegli anni.
Tuttavia nel 1990, non rispondendo alle nuove norme in merito alla sicurezza, il circuito non ottenne più l’omologazione per ospitare le gare mondiali. Venne presa di conseguenza la decisione di ridisegnare completamente la pista e di costruire nuove strutture di contorno. I lavori richiesero diverso tempo per essere completati ma, alla fine, videro la nascita di un circuito completamente nuovo situato al centro dell’area che aveva ospitato già anche il vecchio Sachsenring.
Il circuito attuale è molto più corto del precedente, infatti con i suoi 3.671 m di lunghezza è il più corto tra quelli dove si corre il motomondiale, del quale è tornato a far parte stabilmente nel 1998, ospitando regolarmente le gare del Gran Premio di Germania.
Inaugurato nel marzo 1996 e con le ultime modifiche apportate nel 2003 viene percorso in senso antiorario e presenta 10 curve a sinistra e 4 curve a destra con un solo rettilineo di una certa importanza, quello dove si trova la linea del traguardo, della lunghezza di circa 800 m. La media sul giro della classe maggiore si aggira intorno ai 160 km/h. (ore 9:00)