Jerez de la Frontera – Ad inizio sessione dopo tre giri 1'39"562. E' bastato a Jorge Lorenzo per bissare la leadership delle libere 1. Nessuno è riuscito a detronizzarlo. A 171 millesimi ci è arrivato Cal Crutchlow con la Yamaha Tech3. Dani Pedrosa stamane con la Honda Repsol secondo a soli 3 millesimi si è classificato terzo a 195 millesimi dal connazionale e 312 millesimi di distacco dal compagno di squadra s'è preso Valentino Rossi passato quindi alo quarto posto.
Marc Marquez a corrente alternata. Rossi in alcuni settori ma nel quarto penalizzazione pesante. Alla fine ha concluso ancora quinto con 327 millesimi di distacco.
Dietro l'avanzata dai peones. Sesto Alvaro bautista con la Honda Gresini, +945 millesimi, settimo Andrea Iannone con la Ducati Pramac, +1"012, ottavo Hector Barbera con la Aprilia Avintia e nono Aleix Espargaro con la Aprilia Aspar. Avanzata che ha costretto alla retrocessione i due del team ufficiala Ducati: Andrea Dovizioso decimo e Nicky Hayden 11mo.
Caduta nelle prime fasi della sessione per Yonny Hernandez, problemi per Danilo Petrucci che alla curva 9 rompe il motore ed è costretto al rientro ai box, caduta nel finale anche per Stefan Bradl.
 

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.