Le Mans – Un circuito con frenate mediamente impegnative, dove a causa dei repentini cambiamenti metereologici non è infrequente il ricorso a dischi in acciaio in caso di pioggia. In caso di pista bagnata è frequente l'utilizzo di dischi in acciaio al posto di quelli in carbonio. Il carbonio, infatti, oltre a richiedere temperature minime di esercizio dif¬cilmente ottenibili in caso di pioggia si caratterizza anche per un tipo di frenata piuttosto decisa e poco adatta a condizioni di scivolosità tipiche del bagnato. Inoltre i dischi in acciaio, con il loro maggior peso rispetto al carbonio, contribuiscono a dare maggior stabilità all'avantreno della moto in condizioni di scarsa aderenza come il bagnato.
Eccoci a Le Mans, Gran Premio di Francia, quarta prova della stagione 2013 della MotoGP. Sullo storico tracciato francese si riaccende la rivalità per la rincorsa al titolo al momento totalemente spagnola. A Jerez il campionato ha ritrovato un Dani Pedrosa da titolo ma la scena è stata tutta per Marc Marquez che a l'ultima curva ha beffato Jorge Lorenzo dopo un inseguimento da brividi superandolo con una sportellata che avrebbe potuto eliminarli entrambi.
A Le Mans con i motori si riaccenderà la rivalità su una pista che non mancherà di dare spunti ai protagonisti principali di questo mondiale. Il leader solitario, Marquez, proverà così a difendere la prima posizione su un tracciato che per lui non ha mezze misure: o sul podio o fuori dalla gara. Jorge Lorenzo che qui ha vinto 3 delle ultime 4 gare mentre Pedrosa che da quando corre nella classe regina il podio lo ha visto solo 2 volte (2006-2009).
Valentino Rossi a Jerez non ha trovato il feeling sufficiente per salire sul podio, a Le Mans,  pista che conosce benissimo, proverà a ritrovare il podio iniziando partendo magari dalla prima fila in qualifica. Cal Crutchlow fenomenale sul giro secco deve finalmente trovare maggiore consistenza in gara.
Tra i protagonisti  di secondo piano del campionato bene fin oggi ha fatto Alvaro Bautista sempre a punti quest'anno e sempre nelle prime otto posizioni mentre Stefan Bradl e Bradley Smith sono alle prese con vari problemi, il tedesco con due cadute in tre gare.
Con Ben Spies ancora out per il problema alla spalla, sarà Michele Pirro a vestire i colori del team Ignite Pramac Racing e affiancare così il convalescente Andrea Iannone, appena operato di sindrome compartimentale, e i due  del team ufficiale Andrea Dovizioso e Nicky Hayden.
Capitolo Crt: un po' di pressione su Randy de Puniet il quale sul circuito di casa provera a superare il compagno di squadra Aleix Espargaró; rientrerà Karel Abraham; tutti gli altri, ad eccezione di Hernandez, potranno contare sull'aggiornamento della centralina Magneti Marelli che si spera possa dare qualche chance in più.

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply