Mugello – La matricola non ha pagato lo scotto del noviziato ed anzi ha mostrato i denti. Marc Marquez è di diritto da considerarsi tra i piloti che possono puntare al titolo mondiale. Si arriva, quindi, alla quinta gara della stagione, il Gran Premio d'Italia con questi presupposti: il magnifico momento di Honda dominatrice dell'avvio di stagione, il momento magico di Marquez e pedrosa l'un contro l'altro armati, l’inizio di Yamaha non secondo le aspettative del team e di Jorge Lorenzo che difende il titolo iridato.
cerca il riscatto su una pista storicamente sua, mentre Ducati prova a dare continuità alla bella prova di Le Mans.
Le Honda di Dani Pedrosa e Marc Marquez sono in questo momento della stagione  le moto migliori e di conseguenza il Mugello sarà la prova del nove per la Casa Alata che vantano appena 3 vittorie dall’avvento della classe MotoGP (2002), due delle quali grazie a Valentino Rossi nelle prime due edizioni. L’unico ad aver portato una Honda 4 tempi sul primo gradino del podio nel recente passato è stato il leader del mondiale Dani Pedrosa che arriva in Toscana in beato stato di grazia dopo aver dominato la gara di Le Mans.
La Yamaha arriva su una pista amica (ma Le Mans non lo è stata) e Jorge Lorenzo medita la vendetta dopo il deludente settimo posto in Francia e da parte sua Valentino Rossi dopo il secondo posto di inizio stagione a Losail, ottenuto in rimonta dalla settima posizione,  che non aveva illuso neanche lui, sente di dovere dare la svolta decisiva alla sua stagione se vuole rimanere in corsa per il titolo.
Honda va bene, Yamaha benissimo, avuto riguardo anche per il "privato" Cal Crutchlow, occhio alla Ducati. La patria  della Rossa, Borego Panigale, è ad un'ora di distanza dal Mugello che sotto certi aspetti possiamo considerare il circuito di casa. Andrea Dovizioso e Nicky Hayden a Le Mans hanno meravigliato per prima fila di sabato e il mancato podio per un nulla con l’italiano. Quest’anno la data del GP d’Italia, da sempre una delle gare di maggiore richiamo e prestigio del calendario, è stata riportata all’inizio di giugno, circostanza che attirerà un numeroso pubblico e tantissimi appassionati e clienti Ducati che tiferanno per Andrea Dovizioso e Nicky Hayden dalla tribuna a loro riservata al Correntaio.Il pilota forlivese ha iniziato la sua carriera nei GP nel 2001 (classe 125cc) proprio al Mugello, dove è salito sul podio tre volte negli ultimi tre anni. Anche il suo compagno di squadra Hayden è stato competitivo su questa pista nel 2012, lottando per il podio fino all’ultimo giro, quando purtroppo è uscito di pista. Alla gara del Mugello sarà presente anche Michele Pirro, pilota collaudatore del Ducati Test Team, iscritto come wild-card con la GP13 ‘laboratorio’ per la seconda volta in questa stagione. Per il pilota di San Giovanni Rotondo sarà la terza gara consecutiva del 2013, visto che dopo l’esordio di Jerez ha avuto modo di correre anche a Le Mans in sostituzione di Ben Spies per il Pramac Racing Team.In tema di Ducati Pramac Racing dovrebbe contare sul rientro di Ben Spies e sulle prestazioni a pieno regime di Andrea Iannone.
In Crt nessuno è stato finoira in grado di strappare il primato ad Aleix Espargaró. Lo spagnolo, spettacolare nelle prime quattro prove del mondiale,  vanta ben 20 punti mondiali, 3 in più di piloti come Stefan Bradl (Lcr Honda) e Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3).
Il Mugello è un circuito non particolarmente impegnativo per il sistema frenante ad eccezione della prima staccata dopo il traguardo molto difficile a causa della velocità elevatissima che le
moto raggiungono grazie al rettilineo precedente, il più lungo del mondiale. Qui le moto in poco più di 6 secondi passano dagli oltre 350 km/h a una velocità di circa 120 km/h. Le altre frenate non sono particolarmente impegnative e consentono ai sistemi frenanti di raffreddarsi.
Il programma orario del wee end del Mugello è il seguente: venerdì 31 maggio 09:55 10:40 prove libere 1, 14:05-14:50 prove libere 2; sabato 1 giugno 09:55-10:40 prove libere 3, 13:30-14:00 prove libere 4, 14:10-14:25 qualifiche 1, 14:35-14:50 qualifiche 2; domenica 2 giugno 09:40-10:00 warm up, 14:00 gara.

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply