Mugello – Ha indossato le slick e con due giri da limatura pesante è arrivato al finale 1'54"792. Poi il fuori pista senza conseguenze e l'immediato rientro al box sulla sua moto. L'identikit è quello dei Marc Marquez. Certo che è lui! Mentre gli altri hanno temuto che passando dalle dure da pioggia alle slick potesse comportare dei rischi, sicuramente, lui, il Marquez tra i big è stato quello che ha accettato la sfida dai "peones" che più coraggiosi degli altri hanno messo le slick abbassando il tempo fatto con la gomma da pioggia in modo pesante, giro dopo giro. Sicché mentre gli dei sono rimasti nell'olimpo gli umani della Motogp hanno dato spettacolo.
Michele Pirro con la Ducati Laboratorio è arrivato a 398 millesimi da Marquez.: secondo. Stefan Bradl con la Honda Lcr è stato 93 millesimi più lento dall'italiano: terzo a 491 da Marquez. Un podio composto da una Honda ufficiale, una Ducati Test e un'altra Honda ma Lcr.
Nella classifica venuta fuori a 10 minuti dalla conclusione trutti gli altri cosiddetti big sono stati penalizzati da mancanza di… coraggio (?). I loro tempi fatti con le gomme dure da pioggia non potevano garantire nulla di buono. Nichi Hayden con la Ducati ufficiale settimo. Prima di lui nell'ordine Karel Abraham con la Ducati Cardion, Yonny Hernantez con una Crt e Bradley Smith con la Honda Tech3.
Dani Pedrosa. Honda Repsol,  ottavo e Cal Crutchlow, Yamaha Tech3,  nono. Jorge Lorenzo con la Yamaha ufficiale 14mo, preceduto nell'ordine da Ben Spies, Alvaro Bautista, Aleix Espargaro e Andrea Iannone. Andre Dovizioso (fuori pista a 3 minuti dalla conclusione) 15mo con la Ducati ufficiale e Valentino Rossi 19mo con la Yamaha Factory, preceduto da Hiroshi Haoyama, Colin Edwards e Randy de Puniet. 20mo Hector Barbera, ultimo dei classificati.
Non qualificati perché fuori dal 107% Lukas pesek, Bryan Staring, Danilo Petrucci, Michael Laverty e Claudio Corti.

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply