Mugello – E' tornato il sole, la pista si è asciugata e…Un Valentino Rossi scatenato dal primo giro si prende la scena delle libere 2 davantui al suo popolo osannante. Botta e risposta nel finale di sessione col compagno di Yamaha Jorge Lorenzo. In testa l'italiano, no lo spagnolo, anzi l'italiano, aspetta….ultimo giro beffa e zac 34 millesimi bastano a Jorge per chiudere da leader.
La bella notizia della grande giornata di Rossi fa il paio con la brutta notizia dell'incidente a Marc Marquez. A 250 km/h sul lungo rettilineo del circuito ha perso il controllo della moto ed è finito contro un muretto in cemento che delimita quella zona ritenuta così sicura da non avere predisposto barriere di altro tipo. Lo spagnolo è stato ricoverato al centro medico del circuito, il primo riscontro, molto generico, dice che salterà la gara e forse rientrerà il 16 giugno in Catalogna. Anche  Smith è finito fuori poco dopo all’altezza della Casanova Savelli potrebbe aver riportato una lesione al braccio sinistro e salterà anch'egli la gara.
La Yamaha scatenata non solo con Lorenzo e Rossi ma anche con Cal Cruthlow che ha chiuso al terzo posto a 263 millesimi dalla vetta. Tanto scatenata che la Honda priva di Marquez si è difesa come ha potuto con Dani Pedrosa che ha concluso al quinto posto a 1"008 preceduto da Nicky Hayden con la Ducati Team e davanti all'altra Ducati uifficiale di Andrea Dovizioso che nonostante il dolore al collo per la caduta di stamane ha fatto un buon lavoro in prospettiva qualifica.
Ottavo Stefan Bradl con la Honda Lcr, nono Randy de Puniet, e primo dei Crt, decimo Michele Pirro.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.