GP Spagna. Lorenzo riprova a fare il leader

GP Spagna. Lorenzo riprova a fare il leader

Mugello – Se fa più caldo è Honda, se c'è frescop è Yamaha. La gara sarà con la temperatura più alta di tutto il week en (dicono gli esperti meteo), stamane temperatura bassa e… Yamaha Factory con Jorge Lorenzo a fare uno strepitoso 1'47"558 inseguito solo da Cal Crutchlow con la Yamaha Tech3 con 1'47"773 (+215 millesimi). 
Poi tutti con 1'48". A conminciare dall'ancora dolorante Marc Marquez che comunque ha lottato bene con la sua Honda Repsol in prospettiva gara raggiungendo il terzo scalino del podio del warm up a 650 millesimi da Lorenzo. Con un incisivo assalto finale Valentino Rossi con l'altra Yamaha Factory è risalito fino al quarto posto a 842 millesimi dal compagno di squadra mentre l'uomo-pole Dani Pedrosa con la Honda Repsol si è impegnato poco ed ha chiuso al quinto posto a 917 millesimi.
In definitiva buoni riscontri per tutti quelli che partono davanti tranne che per Andrea Dovizioso che occupa col terzo tempo la prima fila. Il Dovi con la Ducati Team il meglio che ha saputo fare è stato 1'49"394 che lo tenuto fuori dalla top ten di stamane. Ha fatto meglio il suo compagno di squadra Nicky Hayden, settimo a 1"210 dalla vetta. Benissimo ha fatto Andrea Iannone con la Ducati Pramac sesto a 1"094.
La top ten è stata completata da Alvaro Bautista, ottavo con la Honda Gresini, Stefan Bradl, nono con la Honda Lcr, e Randy de Puniet, decimo e primo degli Crt nonostante una caduta a metà sessione. E' caduto ancora Bradley Smith salito in selle palesemente sofferente: al primo giro dopo un paio di curve è ancora finito fuori con un altra caduta spettacolare che ha aggravato le sue condizioni fisiche. E' probabile che non lo vedremo in gara. 

NO COMMENTS

Leave a Reply