Montmelò – Stamane s'era capito ch'era smanioso, voglioso, battagliero. E nel pomeriggio eccolo Valentino vestito di nuovo. Talmente nuovo da finire la seconda sessione di prove libere in testa con un tempone ammazza spagnoli: 1'42"297. Gli ha tenuto testa il compagno di Yamaha Jorge Lorenzo che però si è dovuto accontentare del secondo posto a 49 millesimi mentre assordato ancora dall'arroganza delle Yamaha la Honda di Dani Pedrosa da parte sua si è ritagliato il terzo posto su misura a 260 millesimi dal Dottore. Tutto è accaduto negli ultimi cinque minuti della sessione quando Vale ha deciso di andare a cercare il "tempone", che arriva, puntuale come spesso accade il venerdì.  Ora sarà da concentrarsi per il sabato, vero tallone d’achille del nove volte campione del mondo.
Quarto posto per Alvaro bautista con la Hondra gresini a 455 millesimi e quinto Cal Crutchlow con la Yamaha Tech3 a 479. La top ten del pomeriggio è stata completata da Marc Marquez, ancora sottototono, qsesto a 560 millesimi, Nainy Hayden con la Ducati Team settimo a 593 seguito dal compagno di squadra Dovizioso con 691 millesimi di distacco, Stefan Bradl nono con la Honda Lcr a 708 millesimi e decimo ed ancora primo dei Crt Aleix Espargaro a 907 millesimi.
Quasi tutti in pista a provare le gomme dure, almeno nella prima parte di sessione, per poi cercare il giro veloce negli ultimi 15 minuti. Tempi già importanti per la formazione della Q2 di domani.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.