Assen – Dopo due anni di assenza, Suzuki Motor Corporation ha iniziato la preparazione al suo rientro nella massima categoria che avverrà nella stagione 2015. La Casa giapponese ha avviato un programma di test in Giappone e in Catalunya, dopo il Gran Premio di domenica scorsa, ha continuato i test utilizzando una tecnologia avanzata con l’obiettivo di applicarla su modelli di produzione. Il test team attualmente conta su Davide Brivio, team manager, e Randy de Puniet, collaudatore. La moto ha motore 1.000 cc in linea a 4 cilindri. Randy de Puniet sul Catalunya ha lavorato duramente e i tempi registrati sono già sufficientemente competitivi. La Suzuki ha dimostrato infatti di essere già più rapida delle Crt, Espargaró escluso.
Dopo i test di Montmelò e Aragon (Honda) per lo sviluppo dei prototipi la MotoGp si appresta a recitare il settimo atto del campionato 2013. Assen significa gara di sabato, è l'unicità del Gran Premio d'Olanda. Dopo il dominio spagnolo sul Montmenò il tema non cambia: una sola Yamaha, la Factory di Jorge Lorenzo, alla terza vittoria stagionale, contro due Honda, le repsol di Dani Pedrosa, leader del mondiale, e Marc Marquez matricola di lusso con ambizioni iridate.
Valentino Rossi può considerarsi fuori dalla corsa al titolo. Progressi pochi, piazzamenti (rimediati) di scarso rilievo. Non fosse finito fuori Crutchlow domenica scorsa il Dottore avrebbe concluso al quinto posto.
Ma mai dire mai, ovviamente. Quindi Assen con il programma che parte giovedì 27 giugno per concludersi sabato 29 con queste cadenze: giovedì 27, 09:55-10:40 prove libere 1, 14:05-14:50 libere 2; venerdì  28, g09:55-10:40 libere 3, 13:30-14:00 libere 4, 14:10-14:25 qualifiche 1, 14:35-14:50 qualifiche 2; sabato 29, 09:40-10:00 warm up, 15:00 gara.
La pista olandese è una delle più spettacolari e tecniche di tutto il campionato ma allo stesso tempo anche una delle meno impegnative per i freni. Si tratta, infatti, di un circuito molto "guidato" dove i curvoni veloci determinano generalmente frenate poco impegnative mentre i tratti veloci consentono un ottimo raffreddamento degli impianti frenanti e garantiscono buone temperature d'esercizio.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.