Sachsenring – Ad Assen Valentino Rossi è tornato alla vittoria 46 gran premi dopo quello di Malesia 2010; Marc Marquez, secondo, è diventato il pilota con più podi MotoGP nel 2013; Cal Crutchlow ha trovato la prima pole position in carriera e il terzo podio consecutivo; Jorge Lorenzo ha probabilmente raggiunto lo status di leggenda con il quinto posto conquistato con la clavicola fratturata. Il leader del mondiale Dani Pedrosa non ha avuto il fine settimana che si aspettava e, soprattutto, non ha sfruttato la favorevole occasione di staccare decisamente il Lorenzo fratturato e stoicamente in gara.
Ora arriva il Sachsenring, circuito dell’ottavo appuntamento stagionale, dove Dani Pedrosa è quasi imbattibile con quattro vittorie negli ultimi sei anni (sette in totale tra tutte le categorie) e quella caduta nel 2008 mentre stava dominando la gara da leader del mondiale. Jorge Lorenzo in Germania non ha mai vinto. Solo quattro secondi posti consecutivi, nei quali però ha sfiorato il primo gradino del podio solo nel 2009, quando si arrese a Valentino Rossi per un soffio. Valentino Rossi potrebbe essere la mina vagante di questa parte centrale della stagione. Rivitalizzato dalla vittoria in Olanda, l’italiano di Yamaha dovrà metterci anima e cuore per ritrovare un podio “tedesco” che manca dal 2009 appunto.
Cal Crutchlow e Marc Marquez saranno gli altri due sicuri protagonisti, mentre ci si attende un fine settimana importante anche da Stefan Bradl (Lcr Honda), di rientro, come l’inglese del resto, dai primi test ufficiali di Argentina. In casa Ducati la speranza è che i test di Misano della scorsa settimana abbiano portato energie nuove e tolto qualche decimo dalle carene delle Desmosedici di Dovizioso e Hayden. In Pramac ci sarà ancora Michele Pirro in sostituzione di Ben Spies  il cui rientro è previsto ad Indianapolis il 18 agosto.
Con i suoi 4 km di lunghezza, il circuito di Sachsenring è il tracciato più corto del campionato.
La pista è stretta e tortuosa e nonostante le sole 4 staccate richiede una prestazione non trascurabile dei freni a causa sia delle frenate tutte abbastanza impegnative sia della presenza di una parte mista dove può risultare difficoltoso il raffreddamento dei freni.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.