Laguna Seca – Ci sarà Jorge Lorenzo? Sì. Ci sarà Dani Pedrosa. Sì. Ma entrambi con l'handicap delle cadute che li hanno tolti di gara nel Gran Premio di Germania. Fino a ieri rimaneva in dubbio la presenza di Jorge Lorenzo nel Red Bull U.S. Grand Prix. Oggi il pilota della Yamaha ha annunciato ufficialmente che sarà in gara: <<Abbiamo deciso di andare a Laguna Seca. Dopo l’ultimo consulto medico con il dottor Rodriguez abbiamo deciso di provarci. All’inizio ero convinto che fosse necessario molto riposo e il rientro a Indy sembrava  essere la soluzione più sensata, ma negli ultimi giorni mi sono sentito davvero bene. Quindi sarò in gara anche se l’idea sarà quella di non correre troppi rischi. Voglio esserci per i tifosi, ma soprattutto per il mio team che mi sta aspettando. Voglio difendere il mio titolo>>. Dani Pedrosa anche se le condizioni fisiche non sono buone sicuramente sarà presente a Laguna Seca.
Sia come sia Marc Marquez ha l'occasione di allungare nella classifica piloti approfittando dello stato di salute dei due rivali.
Laguna Seca sarà il classico giro di boa di una stagione che difficilmente avrebbe potuto regalarci più emozioni. Che Marc Marquez fosse un campione assoluto non vi erano dubbi, ma che il 20enne spagnolo potesse essere così costante già nella sua prima stagione con la RC2013V, ha dell’incredibile. A Laguna Seca nessun esordiente ha mai vinto alla prima occasione, ma se è vero che in pochi contavano con 7 podi in otto gare del '93 (e al Mugello fu un errore a pochi chilometri dal termine), in pochissimi possono togliere Marquez dai papabili per la vittoria anche in California.
Marquez ci proverà nonostante le presenze di Lorenzo e Pedrosa ma col… permesso, se ci sarà, degli gli uomini Yamaha del momento, ovvero Cal Crutchlow e Valentino Rossi. L’inglese della Yamaha Tech3, però, in due anni non è andato oltre la quinta posizione, e l’italiano, esclusa la leggendaria vittoria del 2008 col sorpasso di Stoner alla Cavatappi, non ha mai brillato particolarmente.
Per quanto riguarda Andrea Iannone, la risonanza magnetica e la tac effettuate, hanno evidenziato una piccola frattura al collo dell’omero ed importanti versamenti ed ematomi, principale causa di dolore e perdita di forza. Escluso qualsiasi danno a tendini e legamenti, ciò nonostante, tra quindici giorni, verrà effettuata una nuova ecografia di controllo. Riposo forzato per il pilota italiano, dunque, che dovrà attendere almeno due settimane per il naturale riassorbimento degli ematomi e dei versamenti. Il pilota di Vasto non si schiererà in griglia di partenza a Laguna Seca ma potrà ritornare in gara dall’appuntamento di Indianapolis previsto per il 18 agosto. La Ducati Pramac sta valutando la possibilità di un sostituto.
Alex de Angelis sostituirà l’infortunato Ben Spies, mentre Hayden e Dovizioso proveranno a ritrovarsi dopo il Gran Premio di Germania molto complicato. Per le "satelliti" Honda di Bradl e Bautista, sarà un’altra buona occasione per cercare di inserirsi nella lotta per il podio e andare in ferie più tranquilli.
Il circuito californiano è uno dei più spettacolari del panorama motociclistico della MotoGp con diversi punti abbastanza impegnativi per i freni che impegnano il pilota ben il 24% del tempo sul giro. Una particolarità è costituita dalla prima staccata dopo il traguardo che, oltre ad essere quella più impegnativa del circuito, è anche in leggera discesa. Questo aspetto obbliga il pilota a modulare con estrema attenzione la frenata come si può evincere dalla limitata forza g a cui è sottoposto il pilota (-1,1 g) e dall'elevato spazio (328 metri) di frenata.
Ecco il programma del week end con gli orari italiani: venerdì 19 luglio, 19:25-20:10 prove libere 1, 23:05-23:50 prove libere 2; sabato 20, 19:25-20:10 prove libere 3, 22:30-23:00 prove libere 4, 23:10-23:25 qualifiche 1, 23:35-23:50 qualifiche 2; domenica 21, 19:40-20:00 warm up,   23:00 gara.

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply