Laguna Seca . E' caduto, senza conseguenze alla curva che precede la Cavatappi, e non ha potuto difendere il tempo pole che fino a quel momento era suo. Nella bagarre finale ha rischiato anche di perdere la prima fila. Per Marc Marquez lanciatissimo verso la conquista della partenza alla corda conclusione agrodolce della giornata di sabato. Stefan Bradl con un giro mozzafiato con la Honda Lcr ha strappato la pole con 1'21"176, 17 millesimi più veloce, un  nulla, dello spagnolo della Honda Repsol. L'Honda lunga che ha travolto la prima fila è stata completata dalla Gresini di Alvaro Bautista, terzo a 197 millesimi da Bradl.
Seconda fila tutta Yamaha. Col terzo tempo Valentino Rossi e la sua Factory a 242 millesimi da Bradl, quinto Stefan Bradl con la Tech3 (attardato ad entrare in azione da un problema elettronico) con 244 millesimi distacco, sesto Jorge Lorenzo con l'altra Factory con 277 millesimi distacco.
In quarta fila Dani Pedrosa con la Honda Repsol (+552 da Bradl), Andrea Dovizioso con la Ducati Team (+850 millesimi) e Bradley Smith con la Yamaha Tech3 (+899 millesimi). Quinta fila composta da Nicky Hayden con la Ducati Team, Aleix Espargaro con la Aprilia Art, e Randy de Puniet, anche su Aprilia Art, caduto al primo giro delle qualifiche dopo avere superato la Q1.

Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.

NO COMMENTS

Leave a Reply