Indianapolis – La sirena Suzuki non ha sedotto Valentino Rossi. La presenza del suo ex manager Davide Brivio nel team di Hamamatsu aveva alimentato la possibilità di questa seduzione. Il Dottore ha usato il bisturi per dare un taglio netto alle illazioni. <<Non lascerò la Yamaha commettendo lo stesso errore del 2011. L’esperienza insegna e poi a distanza di tempo ho capito quel che allora non avevo capito lasciando la Yamaha per andare in Ducati. Dove sono oggi sto bene. Finché posso lottare per il podio e la vittoria, continuerò con loro>>. Con buona pace di tutti coloro che davano per scontato il suo passaggio in Suzuki a fine stagione.
<<Voglio correre in MotoGp con la Yamaha fino al 2016. Poi, magari, passo alle 4 ruote e metto su famiglia – è il progetto di RossiDopo la stagione 2014 vorrei firmare con la Yamaha un altro contratto biennale fino alla fine del 2016, se la Yamaha è d'accordo, ovviamente, e nel team ufficiale, per riuscire a eguagliare l'impresa di Troy Bayliss, il più vecchio a vincere in MotoGp, a 37 anni. Le 122 vittorie in carriera di Giacomo Agostini sarà difficile poterle eguagliare (Rossi ne ha 106, ndr)>>.
Chi lascia, la Yamaha Tech3, per una nuova destinazione, la Ducati, è Cal Crutchlow, 25 anni, inglese di Coventry, terra di motori, campione del mondo SuperSport 2009, due stagioni in Superbike e al terzo anno di MotoGP, dove è stato il miglior debuttante del 2011, una carriera tra Honda e Yamaha e dal prossimo anno con la Ducati di proprietà Audi.
“Ducati ha raggiunto un accordo con il pilota britannico Cal Crutchlow che lo vedrà partecipare al campionato mondiale MotoGP nel 2014 e nel 2015 con il Ducati Team . si legge nel comunicato della Rossa di Borgo Panigale –  Crutchlow affiancherà il prossimo anno Andrea Dovizioso. Il pilota britannico e l’italiano, già compagni di squadra nel 2012, lavoreranno insieme allo sviluppo ed alla crescita della Ducati Desmosedici e del progetto MotoGP. Crutchlow, campione del mondo Supersport 2009 e Rookie of the Year 2011 in MotoGP, sta facendo la sua migliore stagione in assoluto nella MotoGP, e in questo momento si trova al quinto posto nella classifica generale. Il pilota inglese è salito quattro volte sul podio nelle prime nove gare della stagione, ed ha ottenuto la sua prima pole position sul circuito di Assen in Olanda. La fine della stagione 2013 coinciderà anche con la conclusione del rapporto tra Nicky Hayden e il Ducati Team, durato cinque anni. Ducati desidera ringraziare Nicky per il suo grande impegno profuso in questo periodo: tutta la squadra e Ducati Corse daranno il loro pieno supporto a lui e a Dovizioso per concludere nel miglior modo la seconda parte della stagione”.
Il posto lasciato libero in Yamaha Tech3 da Crutchlow sarà occupato da Pol Espagaro. Lo spagnolo ha firmato un contratto di due anni che lo lega alla struttura del manager francese Poncharal, con il benestare della stessa Yamaha. Pol saluterà la Moto2 a fine stagione e debutterà nella top class del Motomondiale, salendo in sella alla M1 clienti affiancando l'inglese Bradley Smith. Pol Espargaro, 22 anni, è attualmente uno dei protagonisti della Moto2, in lotta per il titolo mondiale della classe intermedia. Suo fratello Aleix corre con la Crt Aprilia Art nel contesto della MotoGP e in questo campionato è il leader.
Il campionato della MotoGP riprenderà domenica 18 agosto con il Gran Premio di Indianapolis, decima gara della stagione. La classifica iridata, dopo il successo a Laguna Seca, è guidata da Marc Marquez che ha consolidato la sua leadership con 163 punti seguito con 147 dal compagno di squadra Dani Pedrosa, terzo Jorge Lorenzo con 137, quarto Valentino Rossi a quota 117 e un punto sotto Cal Crutchlow 116.