Indianapolis – Marc Marquez non concede neanche le briciole. Fino a questo momento nessuno è stato in grado di stargli davanti. Quattro sessioni di prove libere nel segno del suo comando. Nell'ultima sessione 1'38"982.Tanto per gradire. Gli hanno resistito bene solo Cal Crutchlow con la Yamaha Tech3 e Stefan Bradl con la Honda Lcr, rispettivamente secondi a 8 millesimi e terzo a 151. Jorge Lorenzo ha dovuto fare gli straordinari per prendersi il quarto posto con 331 millesimi di ritardo e Dani Pedrosa nonostante l'impegno è finito quinto con oltre mezzo secondo dall'incontenibile compagno di squadra. Alvaro Bautista buon sesto con più di 6 decimi di distacco e Valentino Rossi nel finale ha recuperato il settimo posto con più di 7 decimi di distacco. Ottavo Bradley Smith sulla soglia di 1 secondo di distacco che hanno varcato i due ducatisti ufficiali Andrea Dovizioso nono a 1"188 e Nicky Hayden decimo a 1"387.
Highside per Aleix Espargarò che è stato condotto al centro medico per i controlli, scivolata senza conseguenze per Bradl.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.