Indianapolis – Marc Marquez non conosce la moderazione. Anzi. Più mangia e più fame ha. Suo anche il warm up che messo
in coda a quattro turni di prove libere e alla qualifica significa che il Nostro è in testa per quinta volta. Manca la vittoria.
Jorge Lorenzo ha eccitato l'ingordigia di Marquez. Il campione del mondo in carica con 1'39"209 è stato a lungo in testa alla classifica. Fin quando Marquez con la sua Honda Repsol ha deciso di portare a casa anche il warm up. Subito 1'39"135 per dare la sveglia a Lorenzo, un giro dopo 1'38"998, a seguire 1'38"958 fino al conclusivo 1'38"776. Buonanotte!
Il secondo, che è Cal Crutchlow con la Yamaha Tech3, ha registrato 309 millesimi di distacco, il terzo, che è Dani Pedrosa con l'altra Honda Repsol, ne ha presi 406. Lorenzo con la Yamaha Factory quarto con 443 millesimi di distacco. A seguire la forbice si allarga vistosamente: Stefan Bradl con la Honda Lcr quinto a 847 millesimi, Valentino Rossi con l'altra Yamaha Factory sesto a 993, Alvaro Bautista con la Honda Gresini settimo a 1"083, Bradley Smith con la seconda Yamaha Tech3 ottavo a 1"194, Nicky Hayden, primo dei ducatisti, nono a 1"421, Andrea Dovizioso chiude la top ten con l'altra Ducati Team a 1"447.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.