GP Gran Bretagna. Il missile Marquez

GP Gran Bretagna. Il missile Marquez

Silverstone – Il missile Marc Marquez centra il bersaglio grosso: intercetta e distrugge il jet Jorge Lorenzo e centra l'obiettivo pole position. Per farlo in due giri consecutivi che hanno vanificato quel che stava facendo Lorenzo, Marc ha fatto registrato il finale 2'00"691, 128 millesimi più veloce di Jorge. Giù il cappello!
Che si sia trattato di un missile e non di una Honda Repsol lo dimostra il fatto che il terzo, Cal Crutchlow con la Yamaha Tech3, ha preso 7 decimi e 34 millesimi di distacco; il quarto Stefan Bradl con la Honda Lcr 8 decimi e 67 millesimi il quinto, Dani Pedrosa con l'altra Honda Repsol, 9 decimi e 33 millesimi. Il povero Rossi, sesto con l'altra Yamaha Factory, ha incassato 1"418!
La prima della Ducati è stata quella ufficiale di Andrea Dovizioso, settimo con 1"432 di distacco seguita dalla Honda Gresini di Alvaro Bautista, ottava a 1"561 di distacco, dall'altra Ducati Team di Nicky Hayde, nona a 1"598; dalla Yamaha Tech3 di Bradley Smith, decima a 1"718; dalla Kawasaki, 11ma, di Colin Edawards che poco prima aveva festeggiato l'ingresso in Q2 col secondo tempo in Q1. 12ma la Aprilia di Aleix Espargaro, che aveva acquisito il diritto alla Q2 col nono tempo nelle libere 4, senza crono perché lo sofrtunato spagnolo caduto nelle libere 4 ha riportato la frattura del mignolo della mano sinistra, è stato curato al Centro medico del circuito ed ora valuterà se domani prendere parte alla gara.

NO COMMENTS

Leave a Reply