Misano Adriatico – Marc Marquez Extraterrestre. Quando le due Yamaha avevano ritenuto di essere in grado in poterlo beffare in qualifica con giri da 1'33" (finalmente), il "piccolo diavolo" della Honda Repsol ha bruciato il cronometro con la sua Enterprise che con velocità stellare ha fatto 1'32"915. Nuovo record del circuito che ha polverizzato l'1'33"138 di Casey Stoner che resisteva dal 2011.
Esterefatti ed allibiti al box Yamaha Factory pur avendo i due piloti in prima fila. Jorge Lorenzo, secondo, s'è presa una ripassata di mezzo secondo e 13 millesimi, Valentino Rossi, terzo, una lisciata di 6 decimi e 58 millesimi.
Incredulo anche il compagno di squadra di Marquez. Dani Pedrosa parte dalla seconda fila col quarto tempo con 8 decimi e 11 millesimi di distacco.
Marquez è stato implacabile: 1'34"475 spiccato al decimo giro nelle libere 1,1'34"200 al nono giro delle libere 2, 1'33"975 al nono giro delle libere 3, 1'33"912 al quarto giro delle libere 4 (subito dopo è caduto), 1'32"915 all'ottavo giro delle qualifiche. Se questa regola sarà applicata in gara gli altri potranno lottare solo per gli altri due posti del podio. Ma il fatto che la Yamaha muova con entrambi i piloti dalla prima fila potrebbe sconvolgere il pronostico che dà Marquez super favorito.
In seconda fila insieme con Pedrosa ci sono Cal Crutchlow con la Yamaha Tech3, quinto a 1"099, il quale si era guadagnato l'ingresso in Q2 col secondo tempo in Q1 (primo Pirro) e il sempre più sorprendente Aleix Espargaro con la Aprilia Art e primo dei Crt, sesto a 1"113.
Terza fila con due Honda e una Ducati: Stefano Bradl con la Lcr settimo a 1"183, Alvaro BAutista con la Gresini ottavo a 1"315, Andrea Dovizioso con la Desmosedici Team nono a 1"423. Quarta fila tutta Ducati: Nicky Hayden decimo con la Team a 1"447, Michele Pirro con la Ignite Pramac 11mo a 1"552, Andrea Iannone con la Energy Pramac 12mo a 1"604.  

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.