GP San Marino. Lorenzo il dittatore di Misano

GP San Marino. Lorenzo il dittatore di Misano

0 1

Misano Adriatico – Che Jorge Lorenzo potesse dare battaglia e giocarsela come a Silverstone con Marc Marquez e Dani Pedrosa era stato messo nel conto. Quel che è accaduto assolutamente no. Partenza della Yamaha Factory come un missile dalla rampa di lancio di Cape Kennedy. Stecca Marquez superato dal compagno di squadra Pedrosa e tallonato da distanza ravvicinata da Pedrosa. Le due Honda Repsol e la Yamaha Factory del Dottore si controllano al millimetro. Lungo di Marquez che viene infilato da Rossi e scivola al quarto posto. Lorenzo ha già preso un buon margine e se la gode. Dopo il decimo giro cambia la gara. Marquez si sveglia, sbriga subito la "pratica Rossi" e mette nel mirino il compagno di squadra che non può evitare il sorpasso. Il "piccolo diavolo" getta nella mischia tutto quello che può la sua Honda Repsol, alle staccate da brivido ci pensa lui. Ma Lorenzo questa volta non è raggiungibile. In finale di Silverstone non ci sarà. Casomai Marquez deve neutralizzare una volta di più il ritorno di fiamma di Pedrosa. Ci riesce benissimo. Il podio è il copia e incolla di quello di Silverstone: vince Lorenzo, quinta vittoria stagio nale, secondo Marquez, terzo Pedrosa. Rossi quarto. Marquez contrinua a guidare la classifica iridata con 253 punti, Lorenzo raggiunge il secondo posto ex aequo con Pedrosa (punti 219).
Dietro i "magnifici quattro" un'altra bagarre protagonisti Crutchlow e Bradl. L'inglese con la Yamaha Tech3 sembra aver domato il tedesco con la Honda LCR il quale però lo sorprende alle ultime curve e va a prendersi il quinto posto. Settimo è Albaro Bautista con la Honda Gresini. La lotta per la supremazia Ducati la vince Andrea Dovizioso, ottavo, Nicky Hayden nono. Il decimo posto lo conquista Michele Pirro con la Ducati Ignite Pramac dopo avere messo il bavaglio a Bradley Smith con la Yamaha Tech3 e Aleix Espargaro con la Aprilia Art.

NO COMMENTS

Leave a Reply