Aragòn – Una mattinata inutile. Ad oziare nei box. Per non rischiare, anche se per alcuni team c'era molto lavoro da fare e tante verifiche. Pista mezza asciutta e mezza bagnata, in molte curve insidiose. Dopo una lunga attesa si sono decisi ad entrare in azione i CRT e negl ultimi dieci minuti  qualcuno dei big ha tentato il giro veloce in questa condizioni. Valentino Rossi e Alvaro Bautista hanno resso interessanti quest'ultima frazione di tempo di a disposizione. L'ha spuntata il signor Rossi con la Yamaha Factory col tempo di 1'50"464. lo spagnolo con la Honda Gresini secondo a 539 millesimi.
Per gli altri temerari distacchi ancorapiù evidenti. Nicky Hayden con la Ducati Team terzo a 1"081, Aleix Espargaro con la Aprilia Art quarto a 2"314, Bradley Smith con la Yamaha Tech3 quinto a 2"340.
Pedrosa è rimasto inoperoso. Marquez e Lorenzo sono usciti dalla pit line a poco più di 1 minuto dal "si chiude": in pista due turisti per caso.
Per completare la top ten di stamane: Aoyama sesto, Iannone settimo, Hernandez ottavo, Petrucci nono, Scassa decimo.
La top ten che andrà direttamente alla Q2 è quella delle libere 2 di ieri: Marquez, Bradl, Pedrosa, Lorenzo, Bautista, Crutchlow, Rossi, Dovizioso, Espargaro e Hayden.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.