Valencia – Duello sarà, ma sulla carta duello dagli esiti scontati. A Marc Marquez che ha 13 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo basta un quarto posto per aggiudicarsi da debuttante il titolo di campione del mondo MotoGP. Stesso discorso, anzi con maggiore vantaggio, per l'assegnazione del titolo costruttori: la Honda ha 13 punti di vantaggio sulla Yamaha, le basta un quarto posto ma con due moto in gara raccoglierà molto di più.
Con questi presupposti cosa rappresentanza in sostanza l'ultimo gran premio? Ordinaria amministrazione per archiviare la stagione. Ma mai dire mai. Sette anni fa si chiudeva quì un campionato all'ultima gara. Valentino Rossi e Nicky Hayden si giocavano la stagione divisi da 8 punti a favore dell'italiano. Una caduta del 46, per volere strafare quando non ce n'era bisogno, e la 13ma posizione finale permisero al “Kentucky Kid”, contro ogni previsione, di laurearsi campione del mondo pur arrivando terzo al traguardo.
Quella del “Ricardo Tormo” è una pista da percorrere in senso antiorario, caratterizzata da curve strette unite da brevi rettilinei dove si usano molto le marce basse.È un tracciato mediamente impegnativo per il sistema frenante dove le maggiori insidie sono portate proprio dalla dif¬ficoltà di raffreddare i freni a causa dei brevi rettilinei.
Le prime libere venerdì alle ore 09:55.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.