motor bike expo 2016 verona

Si è chiusa l’edizione 2016 del Motor Bike Expo di Verona, che con oltre 150.000 visitatori supera il risultato della passata edizione e si conferma cuore pulsante del mondo custom a livello internazionale. Complessivamente, Motor Bike Expo 2016 ha visto la presenza di 600 espositori ed è stato animato da oltre 70 appuntamenti in tre giorni tra esibizioni, show, confronti e scuole guida nelle aree esterne, presentazioni, premiazioni, meeting e incontri (anche con gli studenti).

Il settore delle special si è confermato leader tra le offerte del Motor Bike Expo: in questa edizione il pubblico ha potuto ammirare addirittura 200 moto realizzate dai customizer più premiati e noti al mondo, provenienti da tutta Europa, Usa e Kuwait.

“Il grande successo di questa edizione è la conferma dei chiari segnali di ripresa di tutto il settore. Oltre al grande entusiasmo negli stand, dobbiamo considerare i dati reali: nel 2015 le vendite sul mercato italiano hanno chiuso sfiorando una crescita del 10% e finalmente dopo lunghe stagioni di difficoltà le Case e l’indotto tornano a investire”, Paolo Sesti, presidente FMI.

240116_MBE_FotoEnnevi_6117

Non sono mancate naturalmente le novità delle Case presenti. Forte del titolo di campione nella Superstock 1000 conquistato nell’ultima stagione, Aprilia ha esposto al Motor Bike Expo la neocampionessa di categoria, l’imbattibile RSV4 RF, affiancata dalla novità 2016: la RSV4 RF Factory Works, una moto per rendere disponibile la stessa tecnologia che le ha permesso di fare incetta di titoli iridati in Superbike e Superstock. Aprilia ha esposto a Verona anche il modello stradale della RSV4 e la naked da essa derivata, la Tuono V4 1100 Factory.

Kymco ha presentato al Motor Bike Expo le novità X-TOWN 300i ABS e XCITING 400i ABS M.Y. 2016. In mostra anche una versione speciale della 250 GP “EVO” impegnata nel Campionato Moto3, nata dalla partnership con l’azienda modenese Oral Engineering e allestita per l’occasione dal rinomato Maestro di arte moderna Walter Maurer.

GUARDA LA GALLERY CON LE RAGAZZE PIU BELLE DI MOTOR BIKE EXPO 2016.

Al Motor Bike Expo sono andati in scena diversi contest, creati per premiare le realizzazioni più affascinanti dei vari segmenti. Il premio per la migliore special “radicale” di Custom Chrome Europe è stato assegnato alla Ducky Cafe Tracker, realizzata dall’officina Yuri Shif Custom di Belarius, in Russia.

A seguire è andato in scena il Magazine Award, contest organizzato direttamente dallo staff di Motor Bike Expo che anche quest’anno ha avuto come giudici i giornalisti delle riviste di settore. Già premiata nella giornata di sabato da Karen Davidson come la più bella special su base H-D, la “No Rules” di Radikal Choppers (Andrea Radaelli) ha continuato a mietere successi, raccogliendo due nomination nei Magazine Awards, assegnati da Dream Machine e da Easyriders Germania.

Dagli Stati Uniti, Baggers Magazine ha premiato la H-D Road King di Vida Loca ChoppersHot Bike la Bullet 1200 di Stile Italiano e Cruiser ha incoronato la BMW K100 scrambler realizzata da Garage65 di Viareggio. Scelta più classica per la rivista giapponese Vibes: il riconoscimento è andato alla Harley-Davidson 1927 di PDF Motociclette.

Stessa ispirazione per la Harley-Davidson WL realizzata da Hard 9 Choppers, premiata dalla testata britannica 100% Bikers. I tedeschi di Bikers Power hanno premiato Opera, realizzazione firmata South Garage, mentre Madness Photography ha premiato la BMW Special su base R 100 RT presentata da Inglorious Bastard.

Il Motor Bike Expo è stato più che mai il palcoscenico di grandi nomi del custom internazionale. Vere e proprie star hanno regalato al salone momenti magici: da Fred Krugger a Jeff Decker. Ma non sono mancati, tra gli altri, Cory e Zach Ness, gli esponenti di Buffalo Chips, “cuore” del raduno H-D di Sturgis e partner di MBE, Dave e Jody Perewitz e altre stelle internazionali del custom come Nicolai Sclater, artista di tendenza sorprendente ed esplosivo conosciuto come Ornamental Conifer.