Bologna – Il Motor Show 2014 vivrà uno dei suoi momenti clou nel fine settimana di chiusura con due manifestazioni dedicate a piloti e vetture che hanno fatto la storia dei Rally: la Star Parade – dedicata alle glorie italiane del Rally – e il Campionato italiano rally auto storiche (Ciras) con il Trofeo Rally Auto Storiche.
La Star Parade si dipanerà su tre giornate (12-13-14 dicembre) e si volgerà nell’Area 48 di BolognaFiere, zona dedicata a gare e dimostrazioni Motorsport. Tre le categorie in cui è suddivisa la Star Parade: glorie anni ’70, anni ’80 e anni ’90, le quali saranno al volante di vetture che hanno fatto la storia del Rally.
Già numerose le adesioni alla Star Parade. Per le glorie ’90, che scenderanno in pista il 12 dicembre, saranno presenti Andrea Aghini su Lancia Delta Martini, Gianfranco Cunico al volante della vettura con cui – dal 1994 al 1996 – vinse tre titoli italiani assoluti consecutivi, Andrea Dallavilla su Subaru Impreza e Piero Longhi.
Sempre venerdì 12 dicembre, poco prima della Star Parade ’90, avrà luogo il Trofeo Rally auto storiche del campionato italiano rally auto Storiche, per una giornata all’insegna di vetture e piloti che hanno fatto la storia del Rally italiano, europeo e mondiale. All’evento parteciperanno Giovanni Galleni su Opel Ascona, Andrea Guggiari su Abarth 131 e Gigi “Lucky” Battistolli per quanto riguarda il 3. raggruppamento, mentre per il 4. prenderanno il via Totò Riolo su Audi; Enrico Brazzoli, Gigi “Lucky” Battistolli e “Pedro” su Lancia Rally 037.
Sabato 13 dicembre sarà il turno dei piloti rally anni ’80 a scatenare i rispettivi bolidi nella pista allestita nell’Area 48, con il due volte campione del mondo Massimo “Miki” Biasion su Lancia Delta Safari grande protagonista, ma non solo. Saranno presenti inoltre Dario Cerrato su Ascona, Fabrizio Tabaton su Lancia S4 e Gabriele Noberasco su Visa 1000 piste.
Domenica 14 dicembre, giorno conclusivo del Motor Show 2014, sfileranno le Glorie anni ’70. Saranno presenti il campione del mondo Rally 1977 Sandro Munari su Lancia Stratos, Alessandro Bettega su Ritmo Alitalia, Tony Fassina su Abarth 131 e Federico Ormezzano su Talbot.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.