Motore Polini Evolution P.R.E. per Piaggio Zip SP con soluzioni da MotoGP

Arriva da Polini il primo motore scooter Polini Evolution P.R.E., sviluppato con soluzioni avanzatissime da MotoGP e specifico per Piaggio Zip SP. Polini Evolution Crankcase per Zip SP con cerchi ruota da 10” nasce da uno studio articolato che non si ferma solo alla realizzazione del carter, ma è un’applicazione correlata dell’intero gruppo motore con tutte le varie parti integrate. Non ha vie di mezzo, ma esclusivamente scelte tecniche moderne per ottenere le migliori performance.

Due le versioni disponibili:
70cc con alesaggio e corsa di 47,6 per 39,3 e 100cc con alesaggio e corsa di 50 per 50.

Innumerevoli le caratteristiche tecniche, come il carter motore in lega leggera fuso in terra concepito con un nuovo supporto motore per ottimizzare la conformazione dello scarico in uscita dal cilindro. Il supporto è montato con due cuscinetti che irrigidiscono il telaio e migliorano la resistenza a torsione.

Saranno due gli impianti di scarico disponibili, rigorosamente costruiti a mano e in acciaio speciale: uno per il motore 70cc e uno per il motore 100cc.

Le sedi dei cuscinetti sono allargate e maggiorate con caratteristiche particolari per lʼalloggiamento di alberi motore di diametro e larghezza di maggiori dimensioni (due gli alberi disponibili in base alla cilindrata). Maggiorata anche la sede della valvola lamellare dʼaspirazione per consentire lʼutilizzo di carburatori da 19 mm a 28 mm o con diffusori ancora più grandi (lo spessore delle lamelle in carbonio della valvola saranno specifiche in base alla cilindrata del motore).

Motore Polini Evolution P.R.E. per Piaggio Zip SP con soluzioni da MotoGP

Il sistema di fissaggio del cilindro è a flangia. Due i cilindri fusi in lega leggera raffreddati ad acqua, uno Ø47,6 e uno Ø50, direttamente derivati dal motore Polini 125 GP che ha gareggiato nel Mondiale Velocità. E si può continuare ancora con l’elenco delle caratteristiche, come il passaggio interno del liquido di raffreddamento mediante sistema Close Deck, canna con riporto nichel-silicio, cinque luci di travaso caratterizzate da diagramma particolarmente performante, luce di scarico con traversino centrale per ottimizzare lʼevacuazione dei gas di scarico, pistone fuso per gravità in lega leggera ad alto tenore di silicio con segmento cromato (la testa è proprio quella usata nel motore 125 GP con fissaggio a 6 viti, squish e camera di scoppio dedicate).

Particolare la geometria interna del carter studiata per avere maggiore spazio riservato al gruppo trasmissione. Lʼobiettivo è di utilizzare una nuova cinghia trasmissione con dimensioni maggiori in altezza e larghezza in modo da trasmettere il massimo della motricità. Il carter ingranaggi consente il montaggio su cuscinetti dellʼalberino intermedio e dellʼalbero ruota, mentre il coperchio carter esterno rimane lʼoriginale.

L’alloggiamento dellʼaccensione è progettato per essere utilizzato sia con un volano leggero, consigliato per la cilindrata 70cc, sia con un volano più pesante consigliato per la cilindrata 100cc. Il Torsen WD ricavato dal pieno offre la possibilità di utilizzare due sistemi frenanti:
il primo sistema è il classico sistema con freno a tamburo e cerchio originale,
il secondo è il nuovissimo sistema decisamente più performante, con un inedito porta mozzo in acciaio che permette dʼinstallare un cerchio ruota completo di freno a disco da Ø180 mm e alloggiamento per la pinza freno Polini a 2 pistoncini da Ø32 mm. È anche disponibile il cerchio anteriore che monta un freno a disco da Ø200, più leggero rispetto allʼoriginale.