Un omaggio all’orgoglio motociclistico femminile. Un’esaltazione della determinazione con cui donne di qualsiasi età si mettono in gioco sulla propria moto. Il calendario 2017 di Metzeler riprende il filo conduttore della campagna Natural Born Lady Rider, lanciata lo scorso novembre con una maratona cinematografica di 48 ore incentrata sulle donne motocicliste.

Dalle pellicole proiettate sullo schermo del Deus Leica Theatre di Milano si arriva a un calendario a colori, realizzato in tiratura limitata, che mostra atlete professioniste e semplici appassionate provenienti da tutto il mondo e unite dall’amore per il motociclismo.

L’anno si apre con Vaune Phan, blogger di Singapore, seguita dalla bionda regina delle road races, Maria Costello, motociclista professionista che può vantare tre podi conseguiti sulle leggendarie strade dell’Isola di Man.

A Joanna Benz, motoblogger britannica molto attiva su Instagram, è dedicato marzo, mentre ad aprile c’è Lea Rieck, motociclista tedesca che ha compiuto il giro del mondo in sella a una Triumph Tiger 800 XCA di nome Cleo. L’Italia trionfa a maggio con Sara Trentini, sei volte tricolore di Trial e campionessa europea nella stessa specialità nel 2012.

L’estate si apre invece con Alicia Sornosa, prima donna spagnola ad aver girato i cinque continenti in sella a una due ruote, mentre una madre con le sue due figlie sono ritratte nel mese di luglio. Il loro record mondiale è il primo di velocità in contemporanea: sono le statunitensi Laura Klock, Erika Cobb e Karlee Cobb.

La Francia è rappresentata ad agosto dalla motociclista Lydia Truglio Beaumont e a settembre da Sarah Lezito, 24enne stuntwoman tra le più seguite sui social e considerata da molti una delle migliori nel suo campo, mentre gli Stati Uniti aprono la pagina dedicata a ottobre con Jody Perewitz, detentrice di ben 12 record di velocità, nonché prima donna ad aver raggiunto i 200 km/h su una V-Twin.

Dal Rally di Dakar alla pagina di novembre, protagonista Tina Meier, motociclista tedesca. Per chiudere l’anno ritorniamo in Oriente con Yuka Izutani, giornalista giapponese appassionata di motociclismo.