Nissan, Juke-R 2.0 una “belva” per festeggiare il quinto anniversario

La “cavalleria” è aumentata a 600 unità potenza provenienti direttamente dall’unità motrice della GT-R Nismo. Design ancora più cattivo, robusto, estremo, ma anche esteticamente più bello. Il crossover adotta la griglia V-motion, elemento di design che caratterizza tutta la gamma più recente del marchio giapponese.

135944_5_8 (FILEminimizer)Come festeggiare un quinto anniversario? Trattandosi di Juke per Nissan la risposta è stata facile. Con una Juke-R 2.0 600 cv mutuando le impressionanti performance della GT-R Nismo che in effetti è “celata” sotto la carrozzeria del crossover.

Quando nel 2011 debuttò la prima edizione Juke-R fece impazzire gli appassionati di supercar: sotto il vestito da crossover compatto nascondeva, infatti, il motore e il telaio della leggendaria Nissan GT-R, l’ammiraglia sportiva del brand. Quattro anni dopo, Juke-R si evolve ad un nuovo stadio, con più potenza e uno stile ancora più grintoso.

135951_5_8 (FILEminimizer)La dose di “testosterone” di Juke R 2.0 è aumentata grazie alla potenza di 600 cv, proveniente dal motore della GT-R Nismo e ad un design ancora più cattivo, robusto, estremo, ma anche esteticamente più bello, visto che l’auto è sviluppata sulla carrozzeria dell’ultima versione di Juke, quella del 2014. Juke-R è anche l’espressione più alta del concetto di crossover, inventato da Nissan nel 2007 con il lancio di Qashqai, primo modello a fondere le linee di una berlina con quelle di un suv e creare una nuova categoria di veicoli, determinando un trend al quale tutta la concorrenza si è trovata a inseguire Nissan.

Con oltre 600,000 unità vendute in Europa dal lancio del 2010, Juke contribuisce alla solida leadership di Nissan in ambito crossover, insieme al re della categoria, Qashqai, e all’avventuroso nuovo X-Trail.

Juke-R 2.0 si basa sul nuovo modello Juke, lanciato nel 2014, con significativi cambiamenti di design e caratteristiche tecniche, con una nuova forma dei gruppi ottici, con luci e lampadine al Led per rinnovare l’aspetto e nuovi retrovisori che incorporano gli indicatori di direzione al Led. L’aggiornamento ha anche determinato un notevole rinnovamento del frontale che ora adotta la griglia V-motion, elemento di design che caratterizza tutta la gamma più recente del marchio giapponese. Altro punto forte di Juke, il programma di personalizzazione con un’ampia scelta di colori diversi per i particolari esterni ed interni, in modo che ogni cliente possa “cucirsi addosso” il proprio Juke.