NissanConnect, aiuta a ridurre i consumi ed evita le distrazioni

Ormai accessibile su un crescente numero di modelli Nissan, tra le varie funzioni è dotata anche del sistema “Google Send To Car”, che permette di impostare il percorso dal tablet o dal pc di casa su Google Maps e inviare poi i dati al navigatore dell'auto.

NissanConnect, aiuta a ridurre i consumi ed evita distrazioni

Ogni casa automobilistica ha il proprio sistema infotainment. Quello di Nissan si chiama NissanConnect e raggruppa varie funzionalità, dalla navigazione alla connettività con gli smartphone. Durante la guida, è in grado di rintracciare sul percorso strutture come le stazioni di rifornimento o i punti di ristoro fornendo non solo l’indirizzo ma anche il recapito telefonico. Per hotel e ristoranti fornisce anche le valutazioni di Trip Advisor e accede ai punti di interesse di Google, aggiornati in tempo reale.

Ad esempio, attivando la ricerca vocale e pronunciando il nome di una banca o di una tipologia ben precisa come “meccanico”, il NissanConnect darà l’elenco degli indirizzi in ordine di vicinanza, con la possibilità di chiamare la struttura o avviare la navigazione.

La tecnologia NissanConnect è ormai accessibile su un crescente numero di modelli Nissan (Note, Pulsar, Juke, Qashqai e X-Trail) e tra le varie funzioni è dotata anche del sistema Google Send To Car, che permette di impostare il percorso ed eventuali tappe dal tablet o dal pc di casa su Google Maps e inviare poi i dati al navigatore dell’auto in modo da trovare tutto già pronto alla partenza.

Nei viaggi in autostrada, il NissanConnect è di supporto fornendo informazioni sul traffico e analizzando lo stile di guida per aiutare ad ottimizzare i consumi. Da perfetto compagno di viaggio, è prezioso anche ai fini della sicurezza. Durante la marcia, infatti, attraverso segnali sonori (non presenti su Qashqai e X-Trail in presenza del Safety Pack, che fornisce le stesse informazioni in modo differente) il navigatore avvisa il conducente quando sta superando i limiti di velocità, quando c’è una variazione del limite o quando si sta per affrontare una curva pericolosa.

Per l’avviso di cambio del limite di velocita, il sistema emette tre bip in calando e cambia il simbolo circolare con il limite. Per il superamento del limite di velocità ci pensano due bip sonori e un triangolo giallo, mentre l’avviso di una curva pericolosa è segnalato con tre bip (alto-basso-alto) e dal segnale “curva pericolosa”. Gli avvisi possono essere verificati, modificati o disattivati dal setup navigatore, sotto la voce “impostazioni di guida e mappa”.

La connettività, invece, è assicurata anche con gli smartphone, con la possibilità di cercare e chiamare i nomi della rubrica e parlare senza auricolare o vivavoce, senza staccare lo sguardo dalla strada e le mani dal volante. Grazie a un’app specifica, infine, attraverso lo smartphone si possono attivare una serie di canali di informazione o comunicazione (inclusi i canali social come Facebook e Twitter).

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.